ColorOS 11 ufficiale: le novità e chi riceverà l’aggiornamento (foto)

ColorOS 11 ufficiale: le novità e chi riceverà l’aggiornamento (foto)

Siamo saltati dalla ColorOS 7 alla ColorOS 11, in virtù della semplificazione e di una maggiore chiarezza, allineandosi così al numero di versione di Android. ColorOS 11, la personalizzazione dell’interfaccia realizzata da OPPO, sarà infatti basata su Android 11 ed è in arrivo nei prossimi mesi. Scopriamo insieme quali son le novità più rilevanti.

Vale la pena ricordare come abbiamo più volte definito la ColorOS 7 il più grande salto in avanti in una nuova interfaccia personalizzata Android degli ultimi anni e si capisce rapidamente come ColorOS 11 voglia essere definita allo stesso modo. OPPO vuole che il suo aggiornamento sia più consistente e soprattutto più rifinito. Tra le funzionalità aggiuntive la prima che viene raccontata è quella della traduzione con il gesto delle 3 dita. In sostanza è possibile attivare nelle opzioni delle gesture la traduzione automatica del contenuto quando si trascina verso l’alto per fare uno screenshot utilizzando tre dita. In questo modo si attiverà in automatico Google Lens e la sua modalità di traduzione. Un primo segno anche di una maggiore integrazione con i servizi Google.

Abbiamo poi una nuova dark mode personalizzabile con tre diversi accenti di colore, permettendovi di ottenere l’effetto desiderato, dal più scuro al più tenue. Come sempre questa modalità sarà programmabile su base oraria o seguendo gli orari di alba e tramonto. Sarà poi ancora possibile personalizzare la modalità always-on display, non solo con un testo, ma anche disegnando un nuovo effetto caleidoscopio, utilizzando le dita come pennello per la creazione. Sempre in tema di personalizzazione sarà possibile creare nuovi sfondi geometrici colorati partendo da una foto. In modo del tutto automatico sarà la ColorOS 11 a creare l’immagine completamente unica selezionando i colori migliori.

La funzione che però preferiamo e che non vediamo l’ora di provare è sicuramente quella delle suonerie: ci sarà ora un lab ringtone, in cui generarne di nuove, partendo da alcune preferenze, come quanto frenetico dev’essere il ritmo o quanto veloce. Il vero colpo di genio è però quello della concatenazione delle notifiche. Vi è mai capitato di avere un amico che vi manda una raffica di messaggi WhatsApp invece che uno solo più lungo? Adesso ColorOS 11 di OPPO andrà a concatenare queste notifiche creando una melodia piacevole, modificando la nota della notifica ad ogni nuovo messaggio.

Novità anche nella parte di gestione energetica: si chiama Super Power Saving Mode la nuova modalità estremamente conservativa in termini di autonomia, adesso personalizzabile. Sarà di fatti possibile scegliere fino a sei applicazioni da poter ancora utilizzare quando la batteria fosse quasi scarica. Implementato anche Battery Guard che interromperà la ricarica notturna all’80% e farla poi riprendere per avere lo smartphone carico al 100% proprio al momento del risveglio.

Rinnovato anche OPPO Relax, l’applicazione per la creazione del rumore bianco e i suoni rilassanti. Sarà possibile scegliere nuovi suoni rilassanti partendo da una mappa del mondo e andando ad ascoltare melodie e ritmi rilassanti che vi aspettereste di sentire proprio in quella parte dell’emisfero.

Un’altra grossa novità che aggiungerà un importante nuovo livello di flessibilità al sistema sarà la possibilità di avviare in finestra le applicazioni e tenerne quindi diverse aperte in contemporanea sullo schermo. Questa funzionalità, chiamata Flexdrop, non è al momento ancora disponibile e verrà inclusa in ColorOS 11 ad ottobre (ma comunque prima del rilascio in Europa).

Oltre alle personalizzazioni di OPPO in ColorOS 11 saranno presenti anche le varie novità di Android 11. Abbiamo quindi i controlli domotici nel menù di spegnimento, i permessi one-time, il reset automatico dei permessi ed è stato promesso anche un ritorno di Google Discovery nel menù laterale della home.

Alla base del software troviamo il progetto UI First 2.0 che garantisce un maggiore utilizzo della RAM per garantire un numero ancora più ridotto di rallentamenti possibili nell’utilizzo dell’interfaccia grafica ColorOS.

Purtroppo OPPO fa sapere che il programma beta di ColorOS 11 non è presente in Europa a causa dei problemi con il GDPR, ma ha comunque rilasciato una tabella riassuntiva del lancio ufficiale di questo aggiornamento sui vari smartphone dell’azienda nel nostro continente.

Quando e dove arriva ColorOS 11?

ColorOS 11 arriverà a dicembre 2020 su OPPO Find X2 Pro (anche nella versione Lamborghini) e su Find X2. Nel primo trimestre del 2021 diventerà disponibile anche su Find X2 Neo e Find X2 Lite. Non c’è ancora invece un data garantita per OPPO A72, A52, A91, Reno2 Z, Reno Z, Reno2, Reno 10x Zoom, Reno, A5 2020 e A9 2020, tutti smartphone su cui l’aggiornamento è però garantito.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: