ARM potrebbe essere presto venduta, ma non vogliono dirci l’acquirente

ARM potrebbe essere presto venduta, ma non vogliono dirci l’acquirente

Non tutti lo sanno, ma la maggior parte degli smartphone odierni utilizza processori composti da piccole unità progettate da una sola azienda, ARM. Questa è di proprietà di SoftBank, il cui CEO (Masayoshi Son) ha confermato a The Telegraph che ARM potrebbe essere presto venduta.

Ci sono più possibilità in ballo: SoftBank pare sia in trattative per vendere una parte (o tutta) di ARM, ma non sappiamo chi sia l’acquirente finale, oppure ARM potrebbe diventare una public company, ovvero una società ad azionariato diffuso. Quest’ultima strada non sarebbe da scartare: ARM era stata inserita in NASDAQ e in London Stock Exchange prima dell’acquisizione da parte di SoftBank, ma recenti report hanno supportato il ritorno allo stato precedente di S.a.d.

LEGGI ANCHE: Instagram Reels: cos’è e come si usa

Chi potrebbe voler acquistare ARM? C’è chi parla di NVIDIA (magari per riportare in auge la linea Tegra), ma nulla è confermato. Strano poi che SoftBank voglia vendere proprio ora ARM: con il passaggio di Apple ai processori ARM il mercato potrebbe essere in rapida espansione.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: