ARM potrebbe incrementare i costi di licenza ad alcuni clienti

ARM potrebbe incrementare i costi di licenza ad alcuni clienti

ARM sarebbe pronta ad aumentare i costi di licenza delle soluzioni che utilizzano la sua tecnologia. Una notizia che arriva come un fulmine a ciel sereno – soprattutto dopo l’annuncio di Apple relativo ai processori per Mac – ma che fondamentalmente non stupisce più di tanto chi segue e conosce le dinamiche di mercato, sempre più orientate a massimizzare i profitti, magari a discapito dell’utente finale.


Per alcuni clienti, secondo quanto riportato da Reuters, i costi di licenza potrebbero addirittura arrivare quasi a quadruplicarsi inducendo i licenziatari a prendere in considerazione delle alternative. ARM, al momento, ha dichiarato di non voler rilasciare commenti circa le negoziazioni.

ARM ha investito molto in nuove tecnologie in grado di rendere più facile ai suoi clienti l’accesso a nuovi mercati come i data center. Lo scorso anno, a tal proposito, è stato avviato un programma chiamato “Flexible access” in grado di ridurre ci costi iniziali di accesso a gran parte delle sue tecnologie.


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 675 euro oppure da Yeppon a 774 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: