Rainbow Six European League: I Natus Vincere battono i Tempra

Rainbow Six European League: I Natus Vincere battono i Tempra

Quinta giornata per la European League di Rainbow Six Siege ed è già il giro di boa per il massimo campionato europeo dello Sparatutto Ubisoft. Aprono le danze i Chaos eSports contro il Team Empire. Il primo round va ai nordici dei Chaos che si prendono un round flawless travolgendo completamente gli Empire senza subire nessuna perdita. Ottima anche la performance di Vito che si prende una tripla uccisione. Anche al secondo round Vito è il protagonista prendendosi sia la open kill che l’uccisione di chiusura del round portando i suoi sul 2-0. Al terzo round i Chaos sono troppo lenti nella loro azione, non succede nulla nel round fino agli ultimi 30 secondi in cui i due team si fraggano e refraggano fino a che resta solo Shyter per gli Empire che riesce a eliminare l’ultimo membro dei Chaos dando agli Empire la prima vittoria. Il pareggio arriva con il quarto round grazie alla doppia uccisione di Sheppard che impedisce il plant ai Chaos grazie alle sue granate a gas. Al quinto round arriva il colpo di reni dei Chaos che entrano molto agilmente nel site, vanno a plantare ma perdono due uomini. Gli Empire tentano il defuse ma Vito, piazzato benissimo, elimina il penultimo difensore ma viene refraggato da Joystick. Il giocatore russo tenta il runnout per eliminare Renuilz ma viene eliminato dando la terza vittoria ai Chaos. Al cambio ruoli le due squadre arrivano 3-3 dopo che gli Empire riescono a vincere il sesto round con una difesa estremamente statica. Il primo attacco degli Empire va a buon fine nonostante l’iniziale inferiorità numerica. Il triplo push di Joystick, Dan e Shyter elimina tutti i difensori presenti in site e da ai russi il vantaggio. Passano altri due round, uno per gli Empire e uno per i Chaos tenendo il punteggio fisso sul 5-4. Al decimo round arriva l’allungo degli Empire che si portano sul primo match point. Il loro assalto rompe le difese ma costa caro, restano solo due attaccanti dopo una doppia uccisione di Vito che però viene eliminato da Dan insieme a RedGroove. Al primo match point gli Empire vanno al plant ma vengono fermati da Cryn che, rimasto da solo clutcha 2 contro uno eliminando Joystick e Always. Ultimo round di questa mappa e Dan apre le danze con un headshot su Shatte, Always elimina Cryn ma Renuilz lo refragga. Restano in 3 contro 3 dopo che RedGroove elimina Dan e il vantaggio numerico arriva quando Vito elimina Joystick. Renuilz avanza molto aggressivo su Shyter e pochi secondi dopo prende la vita anche di Sheppard, l’ultimo attaccante rimasto. I Chaos vincono il dodicesimo round e si prendono il pareggio.

Il secondo match è stato quello tra il team Secret e i Virtus Pro con la squadra russa disperatamente bisognosa di una vittoria per ricominciare la scalata al podio. I primi due round vengono conquistati con facilità dai VP che si impongono con la loro difesa e non lasciano entrare in site nessun membro del team Secret. Al terzo però i Secret capiscono lo schema difensivo della squadra russa e trovano il suo punto debole: Pasha. Morto il capitano il resto dei Virtus Pro è allo sbando e viene eliminato chirurgicamente per una vittoria flawless. Questa sarà l’unica vittoria dei Secret prima del cambio ruoli perché non riusciranno a imporsi per nessuno dei tre round successivi arrivano allo switch con un punteggio di 5-1. La loro prima difesa, però, va molto bene, così bene che è il loro secondo round flawless di questo match. I Virtus Pro riescono a imporsi nuovamente all’ottavo round portandosi di nuovo al match point e al nono nei primi trenta secondi di gioco lasciano già gli attaccanti in 3 con una kill di Pasha su Prano e Hife. I Secret rispondono eliminando Wtg e Amision che però viene subito refraggato da Pasha con una kill su Expo. Shockwave va a eliminare Ks ma Drvn lo elimina prima di poter entrare nel site. Rask e Pasha vanno al plant e Drvn tenta il push ma viene subito eliminato da Rask che con questa kill da la settima vittoria ai suoi Virtus Pro e altre tre punti in classifica.

La terza partita della serata è stata uno scontro tra titani: BDS contro Rogue. La mappa è stata Oregon con Thatcher e Maverick bannati per gli operatori d’attacco e Wamai e Kaid bannati per la difesa. Il team dei BDS è ancora imbattuto e troneggia in cima alla classifica ma già dal primo round sembra trasparire che quel record è destinato a essere infranto. Con un attacco ben pensato e addirittura in inferiorità numerica, i Rogue si prendono la prima vittoria andando a raddoppiare al secondo grazie a Ripz e Karzheka che, rimasti da soli, eliminano Brid e Renshiro, gli ultimi difensori rimasti. Arriva anche il 3-0 ma i BDS non ci stanno ad arrivare al cambio ruoli con uno svantaggio così grosso. Il quarto round è loro grazie a Rafal che fa consumare tutto il tempo rimasto agli attaccanti che non riescono a plantare prima che scada il tempo. Il quinto round non va altrettanto bene e viene conquistato dai Rogue che arrivano al cambio ruoli dominando questa partita con un punteggio di 5-1. Il primo attacco dei BDS si infrange contro un muro chiamato Acez che alle redini di Maestro, l’operatore italiano, elimina tre attaccanti compreso l’ultimo rimasto che stava plantando il defuser. Arriva già il primo match point ma i BDS riescono a mettere in piedi due attacchi molto efficaci riducendo il vantaggio e portandosi sul 6-3 ma al decimo round Acez apre le danze con una doppia uccisione su Shaiiko e Elemzje che da il vantaggio numerico ai Rogue ma viene subito refraggato da Rafa che con Renshiro pareggia i conti eliminando anche Korey. Leongids va a eliminare Renshiro e Rafa è rimasto da solo contro due difensori. Rafa riesce a eliminare ripz ma Leogids era lì ad aspettarlo e lo refragga all’istante dando ai suoi Rogue la settima e decisiva vittoria. I BDS vengono sconfitti e perdono la loro aura di invincibilità ma non il primo posto, ancora saldo con 12 punti.

Lo scontro tra G2 e Vitality si può definire più una mattanza che una partita perché il team tedesco ha dominato il team francese per tre round consecutivi prima che i Vitality riuscissero a prendersi una vittoria. Al cambio ruoli i G2 si ritrovano 5-1 puntando a chiudere la partita il prima possibile per avere un round differential (la differenza tra round vinti e persi nel corso di una stagione) il più alta possibile in caso di un pari merito con i Rogue. Il primo attacco dei Vitality era iniziato bene con una doppia eliminazione che aveva lasciato i difensori in 3 ma ci pensa Virtue a rimettere le cose a posto con un accerchiamento molto aggressivo che smantella gli attaccanti in pochi secondi dando ai G2 la vittoria del match point. L’ottavo round è stato una metafora dell’intera partita: Ctzn con il suo scudo antiproiettile ha attirato tutti i Vitality all’interno di una stanza dove il resto dei G2 stava aspettando con i fucili spianati. Nei primi trenta secondi di round cadono 4 attaccanti con Hungry che, rimasto da solo, riesce a prendersi solo una kill prima di essere eliminato dallo stesso Ctzn con la sua mitraglietta. Settima vittoria per il team berlinese che continua la sua rincorsa al primo posto mostrando nessuna pietà per i suoi avversari.

La sfida tra Natus Vincere e Tempra eSports si è giocata su Parco Divertimenti con bannati Thatcher e Montagne per gli operatori d’attacco e Mira e Castle per la difesa. Nonostante un’ottima doppia uccisione di Voy, nel primo round i Tempra si incartano al momento del plant lasciando una linea di tiro scoperta che Panix sfrutta per eliminare il membro dei Tempra che stava mettendo il defuser online e troncare così le possibilità del team franco italico. Anche al secondo round i Tempra sono troppo lenti e fanno scadere il tempo a disposizione per plantare subendo la seconda sconfitta consecutiva. Passano altri due round e i Tempra sembrano non riuscire a trovare la quadra per questa partita perché vengono sempre fregati dal tempo che va a esaurirsi prima che loro possano aver plantato o aver eliminato tutti gli avversari. Al cambio ruoli il punteggio è di 6-0 per i NaVi che sembrano volersi portare a casa la partita con una dominazione assoluta. In difesa i Tempra riescono a prendersi almeno una vittoria ma all’ottavo round Saves vince l’uno contro uno su P4 e da ai suoi Natus Vincere la settima e decisiva vittoria.

R6_Lichene_Natus_Vincere

Risultati

Chaos Gaming – Team Empire: 6-6
Virtus Pro – Team Secret: 7-2
Rogue – BDS: 7-3
G2 – Vitality: 7-1
Natus Vincere – Tempra: 7-1

L’articolo Rainbow Six European League: I Natus Vincere battono i Tempra proviene da EsportsMag.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: