Esports Open 2020: qualche problema tecnico, ma l’Italia vince le prime due

Esports Open 2020: qualche problema tecnico, ma l’Italia vince le prime due

Parte bene l’Italia del Basket virtuale al torneo Fiba Esports Open 2020. L’esordio, oggi pomeriggio con la Russia, è stato coronato da una vittoria per 62-52. Subito dopo è andata in scena la seconda partita, contro la Lettonia, ed è stata una vittoria ancora più netta: dopo il primo quarto giocato pressoché alla pari la Lettonia è stata letteralmente surclassata dal quintetto azzurro, che ha chiuso con un punteggio di 79-54. Un totale di 70 punti per l’azzurro Artem.

In totale sono otto partite in tre giorni quelle che attendono gli azzurri. E’ quanto prevede la FIBA esports Open 2020, la prima manifestazione di eBasketball organizzata dalla Federazione Internazionale. Un evento amichevole, aggettivo che tuttavia non sminuisce l’importanza di quanto organizzato dalla FIBA, che vede la partecipazione oltre che dell’Italia, grazie all’accordo con la Federazione Italia Pallacanestro, anche di altre 16 federazioni della pallacanestro mondiale.

Una prima giornata che ha dunque confermato la bontà della compagine azzurra, che ricordiamo è targata Pro2Be Esports. Si tratta infatti di sette giovanissimi, ma con una grande esperienza di 2K NBA: Marco Clemente (Marconite24) ha 20 anni e vive a Palermo. Silvio Mario Cosentino (faintestink7), quasi 28 anni, a Caserta; mentre Antonio Di Padova (IceOnAntoWrist) ne ha 21 e risiede a Milano. Ilyass Kamal (KingofAssist–), 20 anni, abita a Vinci, non lontano da Firenze; Artem Oleksandrovych Kulyk (FabalousFabalo), 22 anni, a Savona; Leonardo Mancini (Lijeez), 18 anni, è di Roma e Tommaso Riovanto (IceOnTommyNeck), 20 anni, vive a Casier, in provincia di Treviso. Sono loro i pro player che, giocando ognuno da casa propria, rappresentano l’Italia alla FIBA Esports Open 2020.

La eNazionale da loro composta quindi, dopo le tre vittorie nelle amichevoli di preparazione con Cipro (98-59), Lituania (66-53) e Ucraina (84-56), inizia col piede giusto la sua avventura nel torneo internazionale. Azzurri di nuovo in campo domani, sabato 20 giugno, quando saranno attesi da 3 match importanti contro Austria (alle 14.05, orario italiano), Lituania (14.55) e Ucraina (16.15). Gli impegni dell’Italia si chiuderanno domenica 21, giornata conclusiva del torneo, contro la Spagna, che sarà probabilmente l’avversario da battere, confermato da due partite d’esordio con oltre 80 punti messi a segno (contro gli iberici si gioca alle 14.05), Svizzera (14.55) e Cipro (17.05).

L’intera manifestazione è prodotta da FIBA Esports Studio, che purtroppo esordisce male, con qualche problema tecnico. Le partite dell’Italia, infatti, trasmesse in streaming sui canali Facebook, Twitch e YouTube della FIBA, avrebbero dovuto essere accompagnate sulla pagina Facebook di Italbasket dal commento dall’ex azzurro Andrea Pecile, dal caster Simone Trimarchi e da Giancarlo Migliola, dell’ufficio stampa FIP. Peccato che i tre abbiano purtroppo commentato solo per sé stessi, dato che le loro voci non si sono mai sentite. I match dell’Italia sono andati in onda con l’audio originale di NBA2K. Le partite che abbiamo visto sono state spettacolari, anche se il commentatori e caster sono un valore aggiunto imprescindibile, in questi casi. Per questo si spera che i problemi tecnici vengano risolti per domani e domenica.

Gli altri risultati:

Ucraina-Austria 45-64

Lettonia-Cipro 84-69

Cipro-Lituania 51-85

Spagna-Austria 83-39

Svizzera-Spagna 42-81

Austria-Svizzera 56-50

Lituania-Ucraina 81-55

Svizzera Lituania 55-67

Russia-Spagna 47-92

L’articolo Esports Open 2020: qualche problema tecnico, ma l’Italia vince le prime due proviene da EsportsMag.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: