Anker Soundcore Spirit Dot 2: qual è il prezzo giusto per la fascia media?

Anker Soundcore Spirit Dot 2: qual è il prezzo giusto per la fascia media?

Soundcore è un brand che ormai si è fatto un nome nel panorama audio e che non dovrebbe più aver bisogno di presentaizoni: da anni, questo marchio di Anker realizza ottimi prodotti di fascia media, che spiccano soprattutto per il rapporto qualità-prezzo.

I Soundcore Spirit Dot 2 di cui andiamo a parlare si inseriscono proprio in questo filone: l’ennesimo paio di auricolari true wireless ben fatti, che funzionano a dovere e hanno un prezzo abbordabile.

LEGGI ANCHE: Migliori auricolari Bluetooth

Confezione

La confezione non riserva grandi sorprese, ma la dotaizone è soddisfacente: oltre le cuffie e il case di ricarica, troviamo un cavo di ricarica USB-USB-C di dimensioni dignitose, un po’ di manualistica, 2 paia di gommini aggiuntivi (per un totale di 3 misure diverse, considerando quelli applicati di default) e 2 paia di alette aggiuntive (anche in questo caso, per un totale di 3).

Costruzione e comodità

Per parlare di comodità partiamo dalla custodia di ricarica, che non spicca per compattezza: è spessa circa il doppio del case degli AirPods e anche piuttosto lunga. Insomma, nella tasca di un paio di jeans stretti si farà sentire.

Per quanto riguarda il resto, il case è di buona fattura: realizzato in plastica lucida, dà un’ottima impressione di solidità e il coperchio scorrevole è comodo da aprire e chiudere.

Gli auricolari sono simili a centinaia di altri modelli: hanno una forma leggermente oblunga, si infilano nelle orecchie e si assicura la presa ruotandoli leggermente. Sicuramente non raccomando questi Spirit Dot 2 a chi non ama gli auricolari in-ear che occludono il canale uditivo: sono piuttosto invasivi sotto questo punto di vista, meno comodi di altri modelli simili. Isolano molto bene dai rumori esterni, ma dopo qualche ora di utilizzo si sente la necessità di rimuoverli per liberare un po’ le orecchie.

Per fortuna è possibile giocare con gommini e alette di diverse dimensoni per trovare la combinazione migliore in termini di comfort. D’altra parte, sin dalla confezione, è chiaro che questi auricolari strizzano l’occhio agli sportivi, a cui garantiscono un’ottima aderenza anche in movimento.

A proposito di sportivi, non manca la resistenza ai liquidi: la certificazione IPX7 garantisce che il sudore o un’eventuale pioggia non danneggeranno gli auricolari.

Funzioni e qualità audio

Sin dalla descrizione del prodotto, Anker/Soundcore fa vanto dei bassi profondi, che sono sicuramente quel che caratterizza maggiormente il suono di questi auricolari. I bassi, infatti, sono corposi e profondi e rendono bene anche ad alto volume, senza distorsioni. Peccato però che queste frequenze vadano a corprire le altre: i medi sono particolarmente sacrificati, con le voci che ogni tanto si perdono sotto i colpi dei bassi.

Considerando la fascia di prodotto, non mi sarei certo aspettato un prodotto per audiofili, ma la i bassi sono davvero preponderanti: personalmente non apprezzo questo genere di equalizzazione, ma se dalle vostre cuffiette cercarte soprattutto un groove deciso, le Spirit Dot 2 vi piaceranno.

Purtroppo non c’è la possibilità di personalizzare l’equalizzazione o altro: le Spirit Dot 2, infatti, non sono tra i dispositivi supportati dall’app Soundcore.

I controlli a sfioramento non sono personalizzabili ma funzionano piuttosto bene: nelle settimane di utilizzo non hanno mai saltato un comando. Di seguito l’elenco dei controlli disponibili:

  • Doppio tap (dx): Play/Pausa
  • Doppio tap (sx): Traccia successiva
  • Tap prolungato (dx o sx): Assistente vocale

L’autonomia è decisamente buona: 5 ore e mezza con una singola ricarica, a cui si aggiunge un’altra decina di ore abbondante con il case di ricarca, per un totale di circa 16 ore di riproduzione secondo quanto dichiarato dall’azienda.

In termini di autonomia, un valore aggiunto è sicuramente la ricarica rapida: basta caricare gli auricolari per 10 minuti per avere circa un’ora di riproduzione.

I microfoni, purtroppo, sono da dimenticare: proprio pochi minuti prima di scrivere questa frase, non sono riuscito a parlare serenamente al telefono con un amico. Nonostante mi trovassi in casa, in silenzio, dall’altro capo la mia voce arrivava molto disturbata.

Potete farvi un’idea anche dall’audio qui sotto, registrato sul balcone di casa: nonostante non ci fosse un filo di vento e nessun rumore forte, in alcuni punti la mia voce salta completamente.

Infine, le Soundcore Spirit Dot 2 non possono essere collegate a più dispositivi contemporaneamente: d’altra parte, non mi sarei certo aspettato il supporto al multi-point in questa fascia di prezzo.

Prezzo

Questi Soundcore Spirit Dot 2 hanno un prezzo di listino di 79,99€, che ad oggi non è mai sceso su Amazon. Il costo di per sé non è male, sono cuffiette solide ed affidabili che hanno sempre funzionato come si deve, al netto dei microfoni e considerando i bassi importanti.

D’altra parte, siamo sicuri che diventeranno ancora più interessanti con le prime offerte, quando su Amazon arriveranno a costare quei 10-15 euro in meno, che le avvicinerà maggiormente alla fascia di prezzo dei cinquanta.

Foto



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: