Volete sapere quanto è sicuro un ristorante? Ve lo dice TheFork!

Volete sapere quanto è sicuro un ristorante? Ve lo dice TheFork!

TheFork lancia una nuova funzionalità per incoraggiare gli utenti a tornare a mangiare nei ristoranti. La nuova opzione consente infatti di visualizzare le informazioni relative alle misure di sicurezza messe in atto a causa della pandemia di COVID-19.

La lista include sia le norme di legge che eventuali misure precauzionali aggiuntive che i vari ristoranti vorranno adottare per la sicurezza e la tranquillità dei propri clienti. Ad esempio saprete così se il servizio è o meno esclusivamente al tavolo, se sono accettate le carte di credito, se ci sono misure extra di disinfezione dei locali o come funziona il sistema per il ricambio d’aria, se c’è il controllo della temperatura corporea e l’utilizzo di prodotti usa e getta, e altre attenzioni particolari.

Potrete insomma non solo prenotare il vostro ristorante preferito in base al tipo di cucina che più vi aggrada, ma anche tenendo conto delle misure di sicurezza che vi consentano di vivere nel modo più sereno possibile quella che comunque deve essere un’esperienza rilassante, che ci riporti verso l’agognata “normalità”. A seguire il comunicato stampa completo in italiano.

Milano, 11 giugno 2020 – TheFork, principale applicazione per la prenotazione online dei ristoranti a livello globale, annuncia una nuova funzionalità dell’app e del sito che permetterà agli utenti di visualizzare nella scheda dei ristoranti le informazioni relative alle misure di sicurezza implementate per il COVID-19

Secondo una ricerca realizzata da TheFork su 13.000 utenti [1] il 22 maggio 2020, quasi il 50% degli intervistati afferma di sentirsi molto rassicurato dall’accesso, tramite TheFork, alla lista delle misure anti-COVID. Pertanto, da oggi, i ristoratori potranno autonomamente spuntare le precauzioni prese scegliendo tra diverse opzioni. La lista include sia le norme previste dalla legge sia le più comuni misure precauzionali non obbligatorie che i ristoranti stanno adottando. Per definire i vari criteri, TheFork si è servita della checklist della Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe) basata sulle linee guida della Conferenza delle Regioni e dell’osservazione dello scenario nei diversi Paesi in cui è attiva l’app. È a totale discrezione dei ristoranti decidere se e quali regole di prevenzione mostrare sulla propria scheda di TheFork.

Così, già attraverso l’app e il sito di prenotazione online, gli utenti potranno vedere se l’esercizio applica le seguenti misure precauzionali:

  • distanza di almeno 1 metro garantita per i clienti
  • igienizzante mani disponibile per i clienti
  • utilizzo di mascherine da parte del personale
  • consultazione online del menu o utilizzo di menu monouso
  • utilizzo di prodotti usa e getta sul tavolo (sale, olio…)
  • controllo della temperatura corporea all’ingresso
  • sistema per il ricambio d’aria
  • extra misure di disinfezione per tavoli, bagni e cucina
  • servizio effettuato esclusivamente al tavolo
  • accettati pagamenti con carta

La community, come sempre, attraverso le recensioni potrà poi lasciare il suo commento anche rispetto a questi criteri. A partire dalla riapertura dei ristoranti sono state già pubblicate dagli utenti di TheFork un numero crescente di recensioni che includono anche questi aspetti. Sempre secondo la ricerca condotta da TheFork a fine maggio, infatti, il 76% degli utenti si sente da abbastanza a molto rassicurato dalle recensioni riguardo le misure di prevenzione anti COVID-19 nel ristorante scelto.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: