Si infittiscono le voci sui possibili ritardi relativi al prossimo iPhone 12

Si infittiscono le voci sui possibili ritardi relativi al prossimo iPhone 12

Le voci relative al possibile slittamento della data di presentazione dei prossimi iPhone 12 si stanno accumulando. Il CEO di Broadcom, uno dei principali fornitori di hardware di Apple, ha infatti recentemente dichiarato come si aspetta un ritardo rispetto la tabella di marcia di un paio di mesi, riferendosi dunque al Q4 2020.

Sebbene non ci sia mai stato un riferimento diretto al colosso di Cupertino, Hock Tan (intervistato da Bloomberg) ha specificato come un “grande produttore di smartphone con sede in Nord America” sarebbe alle prese con un grosso ritardo, tanto da costringerli a posticipare di qualche mese l’evento. Questa affermazione si allinea dunque con tutte le recenti indiscrezioni arrivate da numerose fonti vicine ad Apple, come l’analista Ming-Chi Kuo.

LEGGI ANCHE: Nuovi mockup degli iPhone 12 vedono un iPhone 12 Pro Max “meno Max” del previsto (foto e video)

Non è ancora chiara l’entità del ritardo, potrebbe trattarsi di un solo mese (ottobre rientra comunque nel Q4) così come di 3 mesi. Un’eventualità non molto remota invece potrebbe essere quella della presentazione del prodotto senza la relativa disponibilità in negozio. In questo modo Apple potrebbe già mostrare a settembre i suoi nuovi prodotti, ma l’utenza dovrà poi munirsi di pazienza per qualche mese.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: