Compaiono in rete le specifiche mozzafiato del primo SoC mobile di AMD: troppo bello per essere vero?

Compaiono in rete le specifiche mozzafiato del primo SoC mobile di AMD: troppo bello per essere vero?

Che AMD abbia iniziato ad interessarsi attivamente al mondo mobile non lo scopriamo di certo oggi, dato che l’annuncio della collaborazione con Samsung per lo sviluppo di una GPU Radeon da integrare nei chip Exynos compie un anno proprio in questi giorni. Il passo verso la realizzazione di un vero e proprio System-on-a-Chip firmato interamente AMD potrebbe sembrare breve e il rumor che sta circolando in queste ore lo confermerebbe, ma probabilmente la situazione è più complessa di così.

In rete è infatti comparsa la scheda tecnica attribuita ad un fantomatico SoC AMD in architettura ARM, chiamato Ryzen C7. Le caratteristiche elencate sono da sogno: CPU octa core (quattro dei quali basati su Cortex-X1 e Cortex-A78 fino a 3 GHz), GPU Radeon con prestazioni grafiche superiori del 45% rispetto all’Adreno 650 integrata nell’attuale top di gamma Snapdragon 865, processo costruttivo a 5 nm di TMSC, supporto per RAM LPDDR5, UFS 3.1 e display 2K a 144 Hz, oltre chiaramente alla connettività 5G, grazie al modem MediaTek di ultima generazione.

LEGGI ANCHE: Realme X50 Pro, la recensione

Un SoC che sbaraglierebbe in un colpo solo l’intera concorrenza e che aprirebbe una grossa breccia nel monopolio Qualcomm. Tutto però sembra davvero troppo bello per essere vero, per diverse ragioni: innanzitutto, AMD ha firmato un accordo di collaborazione con Samsung, ma questa mossa non farebbe altro che trasformare di colpo il produttore americano in un rivale troppo pericoloso. E poi, non ci sono fonti autorevoli che possano confermare una notizia su cui è difficile nutrire fiducia, dati anche gli errori di battitura presenti nel testo.

In definitiva, è probabile che AMD stia preparando il campo per un futuro sbarco nel mondo mobile che, da anni ormai, è il mercato più remunerativo ed è assetato di concorrenti agguerriti, che possano trainare uno sviluppo un po’ stantio. Tuttavia, questa mossa richiederà tempo per essere attuata, data la complessità dello scenario che AMD si trova di fronte.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: