Ecco le novità di Google per le persone con disabilità: nuove app e opzioni per Maps e Trascrizione Istantanea (video e foto)

Ecco le novità di Google per le persone con disabilità: nuove app e opzioni per Maps e Trascrizione Istantanea (video e foto)

In alcuni Paesi del mondo (tra cui gli Stati Uniti) oggi si celebra la giornata per la sensibilizzazione verso l’accessibilità (Global Accessibility Awareness Day, GAAD). Google ha colto l’occasione per rilasciare una serie di strumenti che puntano a facilitare il rapporto con la tecnologia, e quindi con le sfide di tutti i giorni, da parte delle persone affette da disabilità.

Action Blocks

Si tratta di una specie di companion app per Google Assistant. In pratica permette di creare una sorta di widget per avviare alcune azioni immediatamente, con un solo tocco. Il video qui sotto mostra bene quale può essere la sua utilità quando non si possono usare le dita.

Per quanto semplice infatti, l’interfaccia degli smartphone prevede una serie di passaggi sia logico-cognitivi che proprio di movimenti con la mano, per poter effettuare qualsiasi operazione. Action Blocks invece aiuta a creare delle “routine”, permette di assegnare un’immagine e un’etichetta e la dimensione del pulsantone finale.

Trascrizione Istantanea

Questa app è stata lanciata da Google lo scorso anno, ma oggi si arricchisce di alcune interessanti funzionalità. Se soffrite di sordità o ipoacusia ora potete impostare il telefono in modo che vibri quando viene fatto il vostro nome, aggiungere termini personali al dizionario per permettere all’applicazione di riconoscerli più facilmente e cercare nelle trascrizioni recenti (fino a 3 giorni).

Amplificatore

L’app in questione svolge un compito tanto semplice quanto essenziale per alcune persone: amplificare i suoni. Che si tratti della TV o di un video, un podcast o della musica in riproduzione sullo stesso smartphone ora potete aumentare il volume che arriva nelle cuffie Bluetooth collegate al telefono.

Accessibilità in carrozzina – Google Maps

Sapere in anticipo se un locale è attrezzato per accogliere chi si trova in carrozzina può essere qualcosa di molto importante per chi si trova a non poter usare le proprie gambe, ma anche per chi ha difficoltà a salire le scale o chi semplicemente ha un passeggino. Proprio per questo Google ha messo a disposizione un’apposita opzione su Maps per mostrare i dettagli relativi all’accessibilità per entrata, parcheggio, bagno e tavoli.

Le informazioni fornite si basano sui contributi degli utenti e delle guide locali di Maps (qui ci sono delle indicazioni in inglese per chi vuole partecipare). La novità è in corso di diffusione in queste ore attraverso un aggiornamento sia per l’app Android sia per iOS, purtroppo però al momento sarà disponibile solo in Australia, Giappone, Regno Unito e USA.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: