Migliori cuffie per videochiamate? Non vi servono gli AirPods! (video)

Migliori cuffie per videochiamate? Non vi servono gli AirPods! (video)

In questi mesi di lavoro e studio da casa, le videochiamate sono state l’unico modo di incontrarsi e parlare e, nonostante la fase 2, moltissime persone continueranno con lo smart working ancora per un bel po’. Che si parli di studio o lavoro, a tutti sarà capitato di avere problemi di audio nelle videochiamate e non è un caso che amici e conoscenti di recente mi abbiano chiesto quali sono le migliori cuffie con microfono per videochat.

Questo articolo (e il relativo video qui sotto) nascono proprio per rispondere a questa domanda. E, come anticipato nel titolo, la verità è che non vi servono gli AirPods o nessun altro paio di auricolari costosi: per le videochiamate, molto meglio le cuffiette incluse nella confezione dello smartphone.

Ma andiamo con ordine e proviamo a spiegare pro e contro delle varie tipologie di cuffie in relazione alle videochiamate.

Auricolari True Wireless

Chiamiamo auricolari true wireless (o full wireless) le cuffiette completamente senza fili, in stile AirPods per intenderci. Per le videochiamate sono una delle scelte peggiori: il Bluetooth, infatti, può essere vittima di interferenze e, in generale, è ovviamente meno affidabile di una connessione con cavetto. Inoltre, a causa della distanza dei microfoni rispetto la bocca, quasi tutti i modelli implementano un qualche tipo di soppressione del rumore esterno, che migliora la resa ma spesso rende metallica la voce.

Gli auricolari true wireless, insomma, danno il meglio per ascoltare musica in mobilità e il loro grande pregio è la libertà di movimento, non sono certo pensati per le videochiamate in casa. Ma se, nonostante tutto, volete concedervi un piccolo vezzo e acquistare un paio di auricolari true wireless anche in prospettiva di quando tutto questo sarà finito, di seguito un po’ di modelli tra quelli con i microfoni migliori.

Auricolari wireless

Quella delle cuffie Bluetooth con cavetto che collega i due auricolari (non true wireless, quindi) è una categoria che da qualche tempo viene un po’ bistrattata: con la moda del full wireless, i produttori hanno iniziato ad investire meno su questa tipologia di prodotto.

Nonostante tutto, per le videochiamate rimangono un’alternativa migliore rispetto alle true wireless: i microfoni sono più vicini alla bocca, il che solitamente permette di avere una voce meno metallica. Tuttavia, bisogna sempre tener presente che la connessione Bluetooth è sempre meno affidabile di un buon vecchio jack audio: ci possono sempre essere di mezzo interferenze o batteria che si scarica.

Nel caso vogliate acquistare un modello di auricolari wireless, vi suggeriamo un po’ di modelli (tra i “pochi” ancora prodotti). Tra tutti, particolarmente consigliate le OnePlus Bullets Wireless Z, che però non sono disponibili su Amazon.

Auricolari con jack audio

I cari, vecchi auricolari con cavetto sono ormai furi moda, ma se cercate un paio di cuffiette economiche che rendano bene nella chiamate, è proprio a questo genere di auricolari che dovreste puntare.

Nel video che trovate sopra, potete ascoltare come i vecchi auricolari inclusi nella confezione di Galaxy S8 vadano benone (e sensibilmente meglio) dei modelli wireless. Questo è douvto a due motivi, principalmente: la connessione analogica è più stabile del Bluetooth e il microfono si trova vicino alla bocca.

Quelli di Galaxy S8 sono ottimi auricolari (li trovate su Amazon a meno di dieci euro), ma anche qualsiasi altro paio di cuffiette incluse nella scatola del vostro smartphone andrà benone. In alternativa, potete dare un’occhiata ai modelli qui sotto.

Cuffie da gaming

Se passate molte ore al giorno in videochiamata, fatevi un favore (e fatelo ai vostri interlocutori) e procuratevi un paio di cuffie da gaming. Perché da gaming, se stiamo parlando di videoconferenze?

È presto detto: le cuffie da gaming sono solitamente molto comode (poiché sono pensate per essere utilizzate per molte ore), sono cablate e, soprattutto, hanno sempre un microfono esterno, posizionato proprio davanti alla bocca (e spesso perfino regolabile).

Ci sono modelli per ogni tasca: se siete anche dei videogiocatori, può essere un momento ottimo per farvi un regalo e prendere un modello premium come le Logitech G Pro X (qui la recensione), in alternativa qui sotto un po’ di alternative in diverse fasce di prezzo.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: