TSMC aprirà una fonderia in America. Processo a 5nm, operativa dal 2024

TSMC aprirà una fonderia in America. Processo a 5nm, operativa dal 2024

TSMC aprirà una nuova fonderia di chip negli Stati Uniti: l’annuncio è ufficiale, e cita un accordo tra l’azienda taiwanese, il governo federale americano e lo stato dell’Arizona. L’operazione costerà a TSMC 12 miliardi di dollari da qui al 2029, e i lavori inizieranno nel 2021; l’impianto dovrebbe essere operativo dal 2024. Il primo processo produttivo sarà a 5 nm; la fabbrica creerà direttamente 1.600 posti di lavoro, a cui si andrà ad aggiungere tutto l’indotto (il comunicato cita genericamente “migliaia di posti di lavoro nell’ecosistema dei semiconduttori”).


Questa fabbrica negli Stati Uniti non solo ci permetterà di supportare meglio i nostri clienti e partner, ma ci offre anche l’opportunità di attrarre talenti da tutto il mondo. Questo progetto è di importanza strategica critica per creare un florido e competitivo ecosistema di semiconduttori negli Stati Uniti.


Per l’amministrazione Trump, che ritiene che la Cina controlli troppo la filiera produttiva tecnologica e che da sempre si batte per rafforzare il settore manifatturiero americano, si tratta di una vittoria significativa. Indiscrezioni dei giorni precedenti indicavano che la fabbrica di TSMC avrebbe impiegato un processo produttivo ancora più avanzato, a 2 nm. Vale la pena notare che TSMC possiede già degli stabilimenti in America: una fonderia nello stato di Washington e due centri progettazione in California e in Texas.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: