Con l’ultimo update, le vecchie Galaxy Buds si sentono Plus (aggiornato: fix in via di rilascio)

Con l’ultimo update, le vecchie Galaxy Buds si sentono Plus (aggiornato: fix in via di rilascio)

A distanza di due settimane dall’aggiornamento sulla versione Plus, anche le vecchie Galaxy Buds ricevono un nuovo firmware che porta in dote alcune delle funzioni finora esclusive dell’ultimo modello.

Innanzitutto, una connessione ancora più immediata con i computer con Windows 10, grazie alla funzionalità Microsoft Swift Pair, così da permettere anche il supporto multi-dispositivo (che tanto multi non è).

LEGGI ANCHE: Android 11 prosegue il suo iter, con la DP3

In secondo luogo, si potrà abilitare in automatico il Suono ambientale, che ci consente di ascoltare i rumori esterni anche quando siamo immersi nella riproduzione di un film o di un po’ di musica.

E per finire, grazie alla partnership con Spotify, sarà possibile far partire la propria playlist, laddove si era interrotta, direttamente mettendo le cuffie e tenendo il dito appoggiato sull’auricolare, senza passare dallo smartphone.

Aggiornamento29/04/2020

Come prontamente segnalato da un nostro utente qui sotto (che ringraziamo), alcuni possessori delle Buds hanno riscontrato fastidiosi problemi con l’aggiornamento in questione: a partire dal touchpad, per arrivare al Suono ambientale e altro.

Samsung non ci ha comunque messo molto a fornire un fix: mentre scriviamo è in via di rilascio un nuovo aggiornamento (cod. R170XXU0ATD3) dal peso di 1,39 MB che sembra avere lo scopo di risolvere le problematiche emerse negli scorsi giorni. Potete darci una conferma in tal senso?



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: