In Other Waters, l’uomo come IA, il virtuale come umano – Recensione

In Other Waters, l’uomo come IA, il virtuale come umano – Recensione

Gareth Damian Martin ha un’idea. Ed è un’idea peculiare: raccontare un mondo alieno e lasciarlo all’immaginazione. Anzi, non un mondo: un oceano, profondità acquatiche che sono proverbialmente incarnazione del mistero e, spesso in molti noi, di un certo riverente disagio. «Hai visto quanto è profonda l’acqua lì? Chissà cosa si nasconderà là sotto…», ma in un

L’articolo In Other Waters, l’uomo come IA, il virtuale come umano – Recensione proviene da SpazioGames.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: