MWC 2020: tutti rimborsati, GSMA conferma le tariffe per il 2021

MWC 2020: tutti rimborsati, GSMA conferma le tariffe per il 2021

mwc 2020 coronavirus

Rimborsi per tutti: l’ente organizzatore del MWC 2020, ossia la GSM Association, ha deciso di restituire sia agli espositori che a chi aveva acquistato il biglietto per la fiera tutti i soldi versati. Ricordiamo che il Mobile World Congress, fiera più importante dell’anno dedicata ai dispositivi mobili, è stato cancellato per via dell’emergenza coronavirus, come tutti gli altri eventi importanti che in questo periodo di pandemia globale prevedevano degli assembramenti di persone e quindi un rischio di contagio.

Tutti gli espositori e i partecipanti al MWC 2020 verranno rimborsati completamente, ma gli espositori potranno scegliere in alternativa di usufruire di alcuni benefit durante le prossime tre edizioni. Le aziende che hanno speso un importo fino a 5000 sterline per partecipare al MWC 2020 potranno infatti optare per un credito per commissioni del 125% dell’importo speso da recuperare nella misura del 65% nell’edizione 2021, al 35% nell’edizione del 2022 e al 25% per il 2023.

Chi ha speso più di 5000 sterline (equivalenti a circa 5500 euro), potrà invece optare per un rimborso del 50% per un massimo di 150.000 sterline o per un credito per commissioni sempre del 125% da ripartire nelle stesse percentuali durante i prossimi tre anni. GSM Association ha anche annunciato che le tariffe del MWC 2021 saranno identiche a quelle del 2019. A supportare la prossima fiera ci sono già nomi importanti come Vodafone, NTT Docomo, Orange e Telefonica.

fonte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: