Amazon interrompe la vendita dei beni non di prima necessità

Amazon interrompe la vendita dei beni non di prima necessità

Al contrario di quanto dichiarato solo due giorni fa sembra che Amazon abbia applicato misure ancora più stringenti per quanto riguarda i prodotti non di prima necessità. Da stasera non è infatti più possibile acquistare su Amazon prodotti venduti dal colosso statunitense, ad esclusione di quelli non di prima necessità.

Rimane ancora la possibilità di acquistare prodotti da venditori di terze parti, ma basta fare un giro nella sezione di elettronica o nei giocattoli per capire che la situazione è cambiata: ci sono ancora prodotti Prime, seppur in quantità minore, ma tutti comunque quasi sempre e solo da venditori terzi. Sembra quindi che l’aver semplicemente dato priorità a certi prodotti nel riassortimento non sia bastato e che Amazon abbia dovuto ricorrere a misure più stringenti (in Italia e in Francia) per limitare il carico di lavoro sui prodotti non essenziali.

Stiamo attendendo comunicazione ufficiale da parte di Amazon, ma la notizia sembrerebbe confermata dai fatti. Ci sono ancora vari prodotti non essenziali disponibili con Amazon e Amazon Prime, ma sono in numero esiguo e probabilmente destinati a finire rapidamente.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: