Senza saperlo, anche voi potreste avere al polso un wearable Huami

Senza saperlo, anche voi potreste avere al polso un wearable Huami

All’orecchio dei veri appassionati dello sconfinato ecosistema di prodotti Xiaomi, il nome Huami suona più che familiare, trattandosi di una delle più celebri apprezzate aziende sussidiarie del colosso cinese. Tutti gli altri invece, potrebbero non averlo mai sentito nominare, anche se ci sono buone probabilità che portino al polso uno dei suoi prodotti.

L’azienda produttrice di dispositivi indossabili ha infatti comunicato che il 2019 è stato l’anno migliore della sua storia, suggellato dall’incremento del 53,8% delle spedizioni rispetto all’anno precedente. Sono stati infatti 42,3 milioni le unità di dispositivi wearable spediti durante l’anno appena concluso, sospinte da un quarto trimestre record da 14,7 milioni di unità (+59,8% rispetto al Q4 2018).

LEGGI ANCHE: Recensione Amazfit GTS

Dicevamo però che, nonostante questi numeri da capogiro, molti di voi potrebbero possedere un prodotto Huami, senza saperlo. Già, perché si tratta dell’azienda dietro alla serie di smartwatch e sportwatch a marchio Amazfit, oltre ad essere responsabile del successo della famiglia di prodotti Xiaomi Mi Band. E voi quale modello possedete?



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: