Fortnite: le novità non piacciono a Ninja, che fa polemica

Fortnite: le novità non piacciono a Ninja, che fa polemica

Dopo aver calamitato decine di milioni di videogiocatori di fronte allo schermo in occasione dell’evento “The End”, ovvero il celebre buco nero che ha fatto scomparire Fortnite nel nulla, la battaglia reale di Epic Games ha iniziato a scricchiolare. Ma anche se i numeri registrati sulle maggiori piattaforme d’intrattenimento, da Twitch fino a YouTube e al nuovo arrivato Facebook, sono in costante diminuzione, la società di Tim Sweeney sembrerebbe aver chiaro in mente il futuro del suo prodotto.

MOMENTO NO – L’intento è trasformare Fortnite in una sorta di piattaforma social, il palcoscenico perfetto per avviare grandi partnership: negli ultimi due mesi, sia Star Wars di Disney sia Harley Quinn di Warner hanno fatto capolino dal mondo virtuale. Ma l’effetto collaterale della nuova direzione è un utenza ormai scontenta dell’offerta, stavolta capeggiata dallo stesso Tyler “Ninja” Blevins e orfana di tutte le novità che, negli ultimi due anni, hanno trasformato Fortnite in un successo planetario.

PARLA NINJA – Tyler Blevins è diventato il creatore di contenuti più celebre nella storia dell’industria grazie all’incalcolabile spinta della battaglia reale di Epic Games. Proprio per questo motivo fa notizia trovare nientemeno che il celebre Ninja a guidare le lamentele riguardo la Stagione 2 di Fortnite. A onor del vero Ninja si è recentemente scagliato contro la stessa fanbase di Fortnite, perché a suo dire “insultava senza motivo le modifiche apportate dalla Stagione 2, senza nemmeno dargli una chance”. Una Stagione che, a suo dire, “rappresentava la miglior formula di Fortnite da diversi mesi”, presa d’assalto da una community ormai tossica. L’idillio del celebre streamer con l’ultimo aggiornamento è tuttavia durato poco, perché le partite dominate dalle mitragliatrici pesanti sono riuscite a portarlo più volte sull’orlo dell’esasperazione. “La Stagione 2 è una ventata d’aria fresca ma il risultato finale è terribile, veramente tremendo. E la cosa peggiore è che l’aggiornamento è nuovo, quindi passerà un sacco di tempo prima che Epic sistemi le cose”, ha affermato lo streamer durante una delle ultime trasmissioni.

OLTRE IL VIDEOGIOCO – Fortnite non è più un videogioco in senso tradizionale. Il passato del titolo come fenomeno globale l’ha portato a raggiungere il podio degli eSports più ricchi di tutti i tempi, ma da qualche mese a questa parte Epic Games sembra aver smarrito il focus. È vero, Fortnite è diventato un grande palcoscenico comunicativo e continua ad accogliere milioni di appassionati in tutto il mondo, ma proprio per questo motivo la qualità dell’esperienza di gioco è scivolata in fondo alla lista delle priorità. Sono tantissimi i content creator ad aver abbandonato le sponde della famosa isola, e l’ecosistema competitivo ha accusato il contraccolpo del generalizzato calo d’interesse, al punto da sparire quasi del tutto dai più grandi servizi di streaming. Anche se le partnership d’elite siglate da Epic Games nel corso degli ultimi mesi fanno pensare ad un colosso finanziario inaffondabile, la compagnia deve fare attenzione a non dimenticare quelle caratteristiche che hanno permesso a Fortnite di raggiungere una tale posizione di dominanza.

L’articolo Fortnite: le novità non piacciono a Ninja, che fa polemica sembra essere il primo su eSports.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: