Coronavirus, l’Intel Extreme Masters di Katowice senza pubblico

Coronavirus, l’Intel Extreme Masters di Katowice senza pubblico

All’Intel Extreme Masters (IEM) di Katowice è vietato l’accesso al pubblico: l’evento si terrà a porte chiuse. La decisione è stata presa dal governatore della provincia di Silesia, Jaroslaw Wieczorek, poche ore prima dell’inizio dell’evento. ESL, organizzatore dell’evento, non ha potuto fare altro che adeguarsi e rispettare la scelta. Sebbene non venga mai esplicitato, tale presa di posizione improvvisa deriva dalla situazione internazionale legata al coronavirus.

SALUTE – Nello specifico, Wieczorek ha tolto la licenza per l’evento, che lo scorso anno ha raccolto 174mila persone. L’Intel Extreme Masters di Katowice è un importante appuntamento per i tornei di eSports annuali e rappresenta un punto fermo nel programma di Counter-Strike. “A causa della situazione sanitaria globale, il Masters Championship all’IEM Katowice 2020 è stato chiuso al pubblico”, si legge nella comunicazione sul sito ufficiale dell’evento. “Rispettiamo la decisione delle autorità locali. La vostra salute e il vostro benessere vengono prima di ogni altra cosa”, ha aggiunto ESL. Chi aveva acquistato un biglietto sarà rimborsato.

ASTRALIS – L’evento si sta tenendo ugualmente, ma gli appassionati possono seguirlo soltanto in streaming. Il montepremi previsto per il torneo di Counter-Strike è di 500mila dollari, di cui 250mila andranno al vincitore che conquisterà la finale al meglio dei cinque incontri. Lo scorso anno ha trionfato Astralis, che ha battuto all’ultimo atto Ence per 2-0.

L’articolo Coronavirus, l’Intel Extreme Masters di Katowice senza pubblico sembra essere il primo su eSports.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: