Esports: il CONI incontra gli enti di promozione sportiva

Esports: il CONI incontra gli enti di promozione sportiva

Alla presenza di Giovanni Malagò, Presidente del CONI, si è tenuto ieri un incontro informativo sulla situazione attuale degli eSports. All’incontro erano presenti tutti i componenti del Comitato Promotore sotto la presidenza di Michele Barbone, che agisce su espresso mandato del CONI.

CHI C’ERA – Nella Sala Giunta del CONI erano presenti con presidenti, segretari, direttori e delegati di ben 12 Enti di Promozione Sportiva. Le sigle erano ACSI, AICS, ASI, CSAIN, CSEN, CSI, CUSI, ENDAS, LIBERTAS, MSP, OPES e PSG. I dodici Enti hanno ascoltato la presentazione effettuata dall’avvocato Guarino del Comitato Promotore e, al termine, hanno dato suggerimenti e posto all’attenzione del Comitato alcuni argomenti importanti, come le competizioni online e l’inserimento nel Registro CONI delle ASD che intendano entrare negli eSports.

FUTURO – Il Presidente Malagò è poi intervenuto nel merito e ha dato informazioni su quello che il CIO intende fare in un prossimo incontro. Ogni Ente di Promozione Sportiva contribuirà alla crescita del settore e sono già stati indicati i primi componenti della Commissione che si occuperà della classificazione dei videogiochi presenti sul mercato, secondo le esigenze dei publisher e del Comitato Olimpico Internazionale.

ASSENTI – È sempre un bene vedere le istituzioni e le massime cariche sportive interessarsi a un tema che, fino a qualche anno fa, veniva trattato con distacco. All’incontro di ieri erano però assenti coloro che, all’atto pratico, danno vita quotidianamente al movimento degli eSports. “Sono felice che il mondo dello sport stia finalmente aprendo le porte agli esport”, ha dichiarato Martino Mombrini, capo dei Samsung Morning Stars. “Purtroppo come team non siamo stati invitati alla riunione di ieri e spero ci saranno altre occasioni per potersi confrontare in futuro”. “Siamo contenti che sia iniziato un percorso dal punto di vista istituzionale”, ha dichiarato Paolo Cisaria, CEO e fondatore di Mkers. “Allo stesso tempo spero si assista presto al coinvolgimento di realtà esperte nel settore degli eSport e che la nostra scarsa capacità attuale di saper fare sistema non crei una dispersione quando si tratterà di interloquire con le istituzioni”.

IIDEA – Sulla stessa linea la posizione ufficiale di IIDEA, l’Italian Interactive Digital Entertainment Association, fino a ieri conosciuta col nome di AESVI: “Confidiamo di poter avere presto un’occasione di confronto diretto e costruttivo con gli interlocutori che hanno promosso l’iniziativa di ieri, alla quale non siamo stati invitati nonostante potessimo portare un importante valore aggiunto”, ha esordito Thalita Malagò, Direttore Generale IIDEA. “Crediamo che un incontro di questo tipo perda notevolmente di valore in assenza dell’Associazione che rappresenta l’industria e di alcuni tra i principali operatori del settore. Continueremo a lavorare per essere sempre presenti quando si parli di tematiche importanti per i nostri soci”.

L’articolo Esports: il CONI incontra gli enti di promozione sportiva sembra essere il primo su eSports.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: