Apple si unisce alla FIDO Alliance, iniziano i lavori per eliminare le password? (foto)

Apple si unisce alla FIDO Alliance, iniziano i lavori per eliminare le password? (foto)

Le password fanno schifo. Diciamola tutta. Sono uno strumento di sicurezza antiquato pensato decenni fa e che poteva andare bene quando c’era bisogno di ricordarsene qualcuna. Ora invece siamo immersi in un mare di parole chiave e siamo costretti a ricordarle e inserirle manualmente molte volte al giorno. Le password inoltre rimangono uno strumento poco sicuro e possono essere rubate o indovinate.

Non è quindi un mistero che molti grandi nomi della tecnologia e della finanza si siano uniti da tempo nella FIDO Alliance cercando soluzioni alternative e più sicure. Da oggi accanto a Google, Facebook, Amazon, Intel, Microsoft, Samsung, American Express, Mastercard, PayPal e Visa siede anche Apple. L’arrivo di Cupertino sicuramente porterà nuove attenzioni e aiuterà a definire nuovi sistemi di autenticazione.

I gestori di password e i sistemi di riconoscimento biometrico sono valide alternative, ma FIDO punta all’autenticazione a due fattori. Attualmente Apple e altri già offrono questa possibilità ai loro utenti, ma si tratta sempre di inserire un codice che viene inviato a un dispositivo sicuro. La nuova proposta vorrebbe invece eliminare del tutto codici e parole per arrivare a un sistema in cui sia sufficiente una semplice notifica.

LEGGI ANCHE: Chi ci sarà al prossimo Mobile World Congress

Può sembrare meno sicuro, ma in realtà è l’esatto contrario. Immaginate di voler accedere al vostro account dal vostro smartphone, dopo aver inserito solamente il nome utente il sistema invierebbe una notifica a un secondo dispositivo (come uno smartwatch o un tablet, già registrato in precedenza). A questo punto vi basterebbe accettare il messaggio per poter procedere con l’accesso.

In uno scenario del genere un malintenzionato dovrebbe aver accesso fisico a ben due dispositivi ed essere loggato su entrambi per poter entrare nel vostro account. Ovviamente c’è ancora moltissimo lavoro da fare per arrivare a questo punto e ogni app e sito web dovrebbe adeguarsi al nuovo sistema, ma con Apple a bordo i lavori, ora, dovrebbero procedere davvero spediti.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: