Overwatch League: il primo weekend è dei New York Excelsior

Overwatch League: il primo weekend è dei New York Excelsior

Parte la Overwatch League. Nonostante il congelamento delle competizioni previste in Asia a causa del Coronavirus, nonostante le polemiche per l’accordo in extremis tra Activision | Blizzard e Youtube Gaming, la competizione itinerante apre una nuova stagione, e promette spettacolo. Lo ha dimostrato fin dal primo weekend. Eccone un resoconto dalla penna (o meglio, dalla tastiera) di Riccardo Lichene.

Il modello funziona. Pochi ci credevano ma si sono dovuti ricredere quando hanno sentito il boato pochi minuti prima dell’inizio del primo match. A New York i i Toronto Defiant e i Paris Eternal, due squadre non proprio favorite, sono riuscite a dare spettacolo in un Hammerstein Ballroom completamente sold out. Il match è finito 3-1 per la squadra canadese grazie a una delle loro star, Brady “Agilities” Girardi, che con la sua combinazione di Mei e Symmetra ha ribaltato le sorti dell’incontro decisivo.

L’aria si è infuocata nel secondo match: i New York Excelsior contro i London Spitfire. La squadra di casa è stata accolta da un boato dei fan (c’era anche Spiderman nel pubblico) che per tutta la partita hanno fatto un tifo sfrenato per la squadra. Sung-hyeon “JJoNak” Bang, healer degli Excelsior e MVP della stagione 2018, ha detto “Anche se le cuffie sono a prova di rumore, potevo sentire benissimo il tifo dei nostri fan. Sentivo altrettanto bene il silenzio quando perdevamo un obiettivo”. La partita è finita tre a uno per la squadra di casa, un inizio che non poteva andare meglio per uno dei team favoriti per il titolo.

La Overwatch League sta puntando in alto quest’anno cercando di giocare tutti i match in giro per il mondo nelle 19 città che ospitano le squadre. Per farlo le squadre sono state organizzate in due divisioni: quella atlantica e quella pacifica. A causa del Coronavirus, però, molti match del lato asiatico sono stati messi in sospeso e né la lega né le singole squadre hanno comunicato quando e se verranno recuperate. Nonostante questo, il modello di business sembra funzionare e le squadre che giocano in casa sembrano avere un leggero vantaggio sugli avversari, proprio come negli sport tradizionali

Non sono mancate le polemiche dovute all’accordo dell’ultimo minuto tra Activision | Blizzard e Youtube Gaming. Alcuni banner pubblicitari sono stati fatti comparire proprio nel mezzo di alcuni dei momenti più salienti delle partite e lasciati lì per un intero minuto. L’ira dei fan si è fatta sentire insieme alla cascata di meme che ha invaso le loro pagine ma il dubbio resta: che non sia stato fatto apposta per scatenare una discussione sul web e dare ancora più visibilità al brand?

https://platform.twitter.com/widgets.js

Contemporaneamente ai metch newyorkesi, a Dallas in Texas, i Fuel (la squadra di casa) non sono riusciti a far bene quanto gli Excelsior. Nonostante abbiano combattuto con le unghie e con i denti, gli L.A. Valiant hanno battuto i Fuel per 3-1 grazie alle giocate decisive di Lastro e Rain. I risultati di questo primo weekend sembrano fare l’occhiolino ai fan che, delusi dalla stagione 2019, sperano in un 2020 che veda i Valiant più protagonisti.

A dare spettacolo nel deserto texano ci hanno pensato i Vancoover Titans, i campioni mancati dell’anno scorso che hanno perso per un soffio contro gli Shock di San Francisco. Nel match contro i Los Angeles Gladiators, che si sono difesi bene, i Titans hanno riconfermato il loro ruolo di protagonisti nella League e la loro volontà di portare a casa la coppa.

Per rendere la nuova Overwatch League completa manca solo la possibilità di guadagnare ricompense in game per chi guarda in diretta le partite proprio come gli anni scorsi. L’head di Youtube Gaming Ryan “Fwitz” Wyatt ha rassicurato i fan con un tweet dicendo che stanno lavorando proprio a questa possibilità e che sarà presto disponibile.

L’articolo Overwatch League: il primo weekend è dei New York Excelsior proviene da EsportsMag.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: