Spotify cresce da record e deve ringraziare soprattutto i podcast

Spotify cresce da record e deve ringraziare soprattutto i podcast

Spotify sta passando un ottimo periodo: questo almeno è quanto trapelato dalle dichiarazioni rese sui risultati finanziari dalla nota azienda di streaming musicale. Il merito del recente successo è di una specifica categoria di contenuti, i podcast che negli ultimi mesi sono cresciuti esponenzialmente.

L’ultimo trimestre di Spotify è stato quello in cui l’azienda ha incassato i maggiori guadagni in tutta la sua storia. Anche gli utenti complessivi sono cresciuti, quelli con abbonamento premium ammontano a 124 milioni mentre quelli totali sono poco più del doppio (271 milioni). Il segmento dei podcast è cresciuto esponenzialmente, anche nei mercati relativamente saturi come quello statunitense ed europeo, e ha contribuito in modo rilevante al recente balzo in avanti di Spotify.

LEGGI ANCHE: SmartWorld diventa un podcast

Quasi a confermare l’interesse nel puntare sui podcast, nelle ultime ore è emersa la conferma riguardo all’acquisizione di The Ringer da parte di Spotify. The Ringer è una piattaforma di podcast che potrebbe convogliare una bella fetta di utenti a Spotify.

Spotify ha inoltre messo l’accento sull’oculatezza delle recenti strategie di marketing messe in atto nei mercati statunitense, francese e inglese, anche grazie alla partnership con Google. Il 2020 si prospetta di ulteriore crescita per Spotify, l’obiettivo sono i 300 milioni di utenti totali.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: