Samsung Morning Stars ai blocchi di partenza

Samsung Morning Stars ai blocchi di partenza

Dopo un 2019 estremamente positivo i Samsung Morning Stars sono già pronti ai blocchi di partenza. Con un evento tenutosi al Samsung District alla presenza di Bryan Box (trasmesso in diretta su Twitch) qualche giorno fa l’organizzazione bergamasca ha presentato i nuovi team dei Samsung Morning Stars.

Protagonisti della scena sono stati i nuovi roster della squadra di Overwatch, formata dai pro player HearThBeaT, Frostedd, Saken, Dennia, Sab, LilYung e allenata da coach Joynt, e la formazione di League of Legends, composta da Drmatt, Aki, Click, Stenbosse, Cboi e guidata da coach Cristo (nella foto qui sotto in un momento del talk). A loro il compito di conferma la qualità dei Samsung Morning Stars, che hanno chiuso gli ultimi dodici mesi con una bacheca piena di soddisfazioni, tra le quali la conquista del titolo di Best Esports Team agli Italian Video Game Awards 2019, che ha riconosciuto nel gruppo fondato da Martino Mombrini (nella foto di copertina) una delle realtà italiane del mondo esports più vincenti.

“Siamo molto orgogliosi del percorso fatto dalle nostre squadre dal 2017 a oggi – ha commentato proprio Martino Mombrini, Marketing Director IT Division di Samsung Electronics Italia e, come detto, fondatore dei Morning Stars -. Continuiamo a credere e ad investire in un settore come quello degli esports e del gaming perché ci sta dando molte soddisfazioni e offre ancora grandi opportunità di crescita. Questo momento è anche l’occasione per confermare il nostro impegno non solo nel sostenere la passione che ci accomuna con questi giovani talenti, ma nello sviluppare e offrire innovative tecnologie per il gaming. Forti di tutti questi successi, siamo pronti ad affrontare le sfide 2020 con grande entusiasmo e determinazione”.

Durante l’evento, infatti, è stata mostrata in anteprima anche la nuova maglia dei Samsung Morning Stars e sono stati annunciati gli sponsor, che affiancheranno i player in ognuna delle loro avventure sportive: AK Informatica, Intel, Logitech, Zotac e S-Nap Shot, ognuno dei quali porta “in dote” una dotazione esclusiva per l’organizzazione orobica. AK Informatica accompagnerà i Samsung Morning Stars con il nuovo Ak Rig MorningStars 2020 (pc dotato di un processore Intel Core i7, accoppiato ad una VGA Zotac Nvidia GeForce RTX 2080 Super ed un SSD Samsung 970 Evo Plus). Logitech ha presentato la linea PRO (Mouse Pro Wireless, Tastiera meccanica Pro X, e cuffia Pro X con microfono BLUE VO!CE e driver PRO-G di nuova generazione da 50 mm). Zotac, già da qualche anno impegnato con Samsung a supporto degli esports in Italia, fornirà le schede grafiche ZOTAC GAMING (dotate di tecnologia RTX). Infine S-Nap Shot, una bibita pensata per tutti coloro che svolgono attività che si prolungano nel tempo, che richiedono un alto livello di attenzione, che stancano il nostro cervello, privandolo della sua naturale energia.

Durante l’evento è stato trasmesso anche un video del nuovo monitor gaming QLED Odyssey G7 (che unisce un tempo di risposta da 1ms e un refresh rate di 240Hz alla tecnologia Nvidia G-Sync), presentato in esclusiva mondiale al CES di Las Vegas e disponibile in Italia dalla seconda metà del 2020. Il monitor, sviluppato in collaborazione con il team Morning Stars nel 2019, è pensato per le specifiche esigenze dei giocatori, con una curvatura estremamente profonda che, insieme alla retroilluminazione garantita dalla tecnologia Quantum Dot e alla risoluzione di 2560 x 1440 pixel (WQHD), permette di ottenere un’immagine con colori nitidamente definiti.

 

 

L’articolo Samsung Morning Stars ai blocchi di partenza proviene da EsportsMag.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: