Coronavirus: Apple chiude tutti i negozi in Cina, Samsung le fabbriche

Coronavirus: Apple chiude tutti i negozi in Cina, Samsung le fabbriche

coronavirus

Il coronavirus non sta affossando solo l’economia cinese, ma anche i piani dei più grandi colossi mondiali, inclusi quelli tecnologici. In un breve comunicato Apple ha appena annunciato che a causa della nuova epidemia chiuderà tutti i propri negozi fisici, uffici e centri di contatto in Cina fino alla fine della settimana. I luoghi resteranno chiusi fino al 9 Febbraio e la decisione è stata presa in base alle ultimi dichiarazioni degli esperti in ambito medico.

Apple vuole evitare che i propri impiegati si mettano a rischio contagio, specie dopo che i contagi sono addirittura raddoppiati nel giro di una sola settimana. A restare aperto, in Cina, sarà solamente il negozio online di Apple. Stanno riscontrando difficoltà nel loro lavoro anche i giganti Samsung e Foxconn. Entrambe hanno deciso di chiudere le loro fabbriche in Cina e secondo quanto riportato da Financial Times gli stabilimenti potrebbero rimanere chiusi per una settimana, come minimo.

Milioni di persone sono interessate in merito a questa chiusura, ma Foxconn (che per chi non lo sapesse produce anche gli iPhone) ha dichiarato che la chiusura delle fabbriche non sfocerà in problemi nella fornitura di iPhone. Verranno rispettati tutti i contratti siglati a livello mondiale, ma ovviamente è impossibile non pensare che questa chiusura non avrà un impatto, anche se non di grandi proporzioni. Foxconn ha anche messo a tacere le indiscrezioni che parlavano di problemi nella produzione dell’iPhone economico e delle nuove AirPods.

Nel frattempo un vaccino per il coronavirus non esiste ancora e ci si aspetta che nel corso della prossima decina di giorni ci sia un picco nei contagi, dopodichè la situazione dovrebbe cominciare a migliorare.

fonte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: