Annunciate ufficialmente le memorie UFS 3.1: sempre più in alto l’asticella di velocità ed efficienza

Annunciate ufficialmente le memorie UFS 3.1: sempre più in alto l’asticella di velocità ed efficienza

La quasi totalità dei nuovi smartphone top di gamma 2020 vanterà memorie interne di tipo UFS 3.0, per prestazioni in scrittura e lettura di livello assoluto, ma il progresso tecnologico non si arresta mai e un nuovo standard, più raffinato ed evoluto, ha appena emesso i suoi primi vagiti.

Parliamo di UFS 3.1, appena annunciato ufficialmente da JEDEC, l’organismo che si occupa dello sviluppo degli standard legati alle memorie allo stato solido. Come facilmente intuibile, le future memorie UFS 3.1 rappresenteranno un nuovo passo nell’evoluzione della tecnologia impiegata negli smartphone di ultima generazione, grazie ad alcuni accorgimenti mirati.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy A71, la recensione

Innanzitutto, la velocità in scrittura subirà un nuovo incremento, merito di una cache SLC non volatile, ma non è da sottovalutare nemmeno il miglioramento dell’efficienza energetica, grazie ad un sistema di riduzione del voltaggio durante le fasi di deep sleep. Infine, ci sarà anche un sistema di notifica di eventuali episodi di surriscaldamento dell’unità, derivato dalle memorie SSD NVMe.

Con ogni probabilità, vedremo approdare sul mercato i primi smartphone top di gamma con a bordo memorie UFS 3.1 nel corso dell’ultima parte di questo 2020, per poi diventare lo standard per tutti nella prima parte del 2021.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: