La Serie A Virtuale è imminente. Ci saranno due tornei: FIFA e PES

La Serie A Virtuale è imminente. Ci saranno due tornei: FIFA e PES

L’inizio della Serie A virtuale (la eSerie A) è molto vicino. Anzi sarebbe “imminente”, secondo quanto appreso in questi giorni. La Lega Calcio deve ancora annunciare ufficialmente molti dettagli legati alla struttura del torneo ma dalle informazioni che abbiamo raccolto ci saranno due tornei: uno su FIFA 20 e uno su eFootball PES 2020. Entrambi verranno giocati su PlayStation 4.

TORNEI – La scelta di fare due tornei separa in modo netto la Lega Serie A dalle sue “sorelle” europee già attive negli eSports, come la Bundesliga e la Premiere League, che hanno scelto FIFA. Il perché è presto detto: le licenze in Italia sono un po’ separate. La Juventus, per esempio, non è ufficialmente licenziata in FIFA 20 mentre lo è in PES 2020. Proprio per questo motivo, i bianconeri non ci saranno nella eSerie A che sarà giocata su FIFA, ma saranno presenti soltanto nel torneo del gioco Konami. Due binari paralleli che potrebbero creare confusione perché ci saranno, di fatto, due campioni italiani della eSerie A (uno per FIFA e uno per PES).

STIPENDI – La Lega Serie A ha lasciato campo libero alle società per quel che riguarda la gestione dei giocatori professionisti che comporranno le squadre, sotto tutti i punti di vista. Spetterà ai singoli club partecipanti, in sostanza, decidere se retribuire con un vero e proprio compenso i giocatori oppure se compensarli solo attraverso dei premi per le vittorie. Allo stesso modo anche il tesseramento ufficiale al club non sarebbe in alcun modo imposto dalla Lega Calcio, secondo le voci di corridoio che abbiamo raccolto. Molte squadre hanno già progetti eSports avviati attraverso collaborazioni con associazioni specializzate e potranno continuare a portarli avanti come hanno sempre fatto.

DRAFT – Per i club che non avevano alcun giocatore di eSports oppure che non hanno professionisti attivi in FIFA o in PES, la Lega Serie A organizzerà un “draft” per fornire ai club i loro rappresentanti, come aveva preannunciato l’amministratore delegato Luigi De Siervo a novembre. Sebbene non ci sia alcun obbligo a partecipare a entrambi i campionati, è estremamente probabile che, al netto delle società i cui diritti sono stati concessi esclusivamente a un gioco o a un altro, la maggior parte dei club parteciperà ad ambedue i tornei. “È questione di visibilità”, ha detto una delle fonti ascoltate da Gazzetta.it. Mancare in un torneo o nell’altro significherebbe non riuscire a raggiungere una porzione importante del pubblico affezionato ai simulatori calcistici, che in Italia sono particolarmente gettonati.

L’articolo La Serie A Virtuale è imminente. Ci saranno due tornei: FIFA e PES sembra essere il primo su eSports.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: