Intel, niente portatili con schermi flessibili al CES. Colpa di Windows e dei fornitori

Intel, niente portatili con schermi flessibili al CES. Colpa di Windows e dei fornitori

Il CES di Las Vegas rappresenta l’appuntamento di inizio anno scelto da importanti aziende del mercato high tech per introdurre prodotti che troveranno diffusione nei mesi successivi. L’edizione 2020 avrebbe dovuto rappresentare per Intel l’occasione adatta a rilanciare la categoria dei portatili con schermo flessibile, che aziende come Lenovo hanno iniziato ad esplorare – si veda il ThinkPad X1 (foto in apertura) presentato a novembre.


Occasione mancata, visto che un recente resoconto fornito da Digitimes sottolinea come la casa di Santa Clara abbia deciso di rimandare la presentazione del CES 2020 di un portatile dotato di schermo flessibile da 17″. Non si conoscono dettagli sul prodotto – verosimilmente un reference design per modelli analoghi – ma sarebbero due le cause che hanno determinato la decisione di rinviare il lancio: da un lato Windows, dall’altra la filiera dei fornitori.

Windows 10X, la versione del sistema operativo di Microsoft per i portatili a doppio schermo, non ha ancora raggiunto un livello di sviluppo tale da considerarla idonea a mostrare il potenziale della nuova categoria di dispositivi – senza troppi giri di parole la fonte la definisce il software ancora immaturo. Si ricorda che la casa di Redmond ha presentato Windows 10X a ottobre scorso e che si troverà anche a bordo del Surface Neo, atteso per fine 2020.


Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 494 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: