Huawei vola nonostante il ban e batte Apple nelle vendite di smartphone

Huawei vola nonostante il ban e batte Apple nelle vendite di smartphone

Il 2019 volge ormai al termine e per le aziende produttrici di smartphone è tempo di bilanci. Il marchio che forse può dirsi più soddisfatto dei risultati ottenuti è Huawei. Come riportato dal suo CEO, Richard Yu, l’azienda con sede a Shenzhen è al momento il primo produttore di smartphone, smartwatch e auricolari in Cina, ed è un traguardo che chiaramente riempie di orgoglio tutto il team.

Ma ciò che fa davvero esultare i vertici dell’azienda è il dato globale, che vede l’azienda cinese davanti ad Apple nelle vendite di smartphone di fine anno. Un risultato eccezionale, se si tiene conto del pesantissimo “ban” imposto dall’amministrazione USA a Huawei, a cui è seguita anche la revoca della licenza da parte di Google. Malgrado la “scure” abbattutasi per mano del governo statunitense guidato da Donald Trump, la casa produttrice ha dimostrato di saper reagire e di riuscirsi a mantenere nelle posizioni più alte.

Basti pensare che Huawei, a detta del CEO Richard Yu, avrebbe accresciuto il proprio marchio del 12% rispetto all’anno precedente in termini di vendite di smartphone. Un trend che viene confermato anche dal sito Counterpoint, che evidenzia come le vendite del colosso di Shenzhen nel proprio Paese nel terzo trimestre abbiano raggiunto il 27% del mercato globale degli smartphone.

Via



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: