Non fidatevi del Parental Control presente su iOS

Non fidatevi del Parental Control presente su iOS

A partire dalla versione 13.3 di iOS Apple ha introdotto una nuova funzionalità che ha lo scopo di proteggere gli utenti più piccoli dalle comunicazioni con persone sconosciute e potenzialmente pericolose. Proprio questa funzionalità sembra molto debole dal punto di vista funzionale.

CNBC ha reso noto quanto sia semplice aggirare questo tipo di protezione da ipotetici malintenzionati. La feature, chiamata Communication Limits, offre la possibilità di impedire agli utenti più piccoli di instaurare comunicazioni con persone non presenti nella lista contatti approvata dai genitori, a meno che i genitori stessi non approvino la conversazione inserendo un codice di sblocco.

LEGGI ANCHE: cosa regalare a Natale 2019

Il problema si presenta quando i contatti del dispositivo del bambino non vengono sincronizzati con iCloud per impostazioni predefinita: in questo contesto, inviando un semplice SMS al dispositivo può essere salvato in rubrica il nuovo numero, quello del potenziale malintenzionato, e dunque viene reso possibile instaurare una conversazione, ad esempio via Face Time, con il numero appena salvato.

Chiaramente, sarebbe necessaria l’implementazione di una richiesta di conferma da parte dei genitori, o da chi gestisce il Communication Limits, nel caso in cui dal dispositivo del bambino venga richiesto il salvataggio di un nuovo contatto.

Apple è pienamente a conoscenza della problematica ed ha riferito che sta lavorando per offrire una soluzione completa, che coinvolga anche il caso in cui la sincronizzazione dei contatti con iCloud non fosse selezionata come impostazione predefinita.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: