AGCM multa Vodafone e Wind Tre per le offerte winback (10 mln)

AGCM multa Vodafone e Wind Tre per le offerte winback (10 mln)

Le pratiche scorrette degli operatori telefonici italiani proseguono: questa volta a finire sotto il mirino della AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) sono Vodafone e Wind-Tre, multate per 10 milioni di euro. L’accusa per i tre gestori telefonici è riguardante le offerte winback, ossia quelle promozioni proposte per far ritornare i loro ex clienti che sono passati ad altro operatore in passato, dopo aver effettuato la portabilità del numero di telefono.

L’ente ha multato i gestori per violazioni del Codice del Consumo e le sanzioni consistono in importi di 4,3 milioni e 6 milioni di euro rispettivamente per Wind Tre e Vodafone. Stando ad AGCM, i gestori hanno violato l’art. 22 del Codice del Consumo non fornendo informazioni chiare e immediate nella promozione di offerte “personalizzate” di winback per i servizi di telefonia mobile.

I clienti sono stati contattati principalmente via SMS ma nei messaggi sono state indicate solo le condizioni del piano tariffario con specifica di prezzo e traffico incluso. Sono invece stati omessi ulteriori costi o vincoli di fruizione delle offerte in questione. La condotta è stata ritenuta idonea a trarre in errore i consumatori medi in merito alla promozione al fine di fargli prendere una decisione non effettivamente gradita.

Inoltre, sempre secondo AGCM, Wind Tre e Vodafone hanno violato l’art. 65 del Codice del Consumo attivando in fase di adesione dei consumatori a tutte le offerte dei servizi o opzioni aggiuntivi che sono sfociati in costi complessivi superiori rispetto a quanto proposto con l’offerta principale, il tutto senza fornire un preventivo e richiedere un consenso da parte del consumatore. Multe decisamente giuste a nostro avviso, ma la loro entità basterà a scoraggiare i gestori dal continuare a tenere simili condotte?



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: