Mary Skelter 2, con le mani sporche di sangue

Mary Skelter 2, con le mani sporche di sangue

Alfieri dei primi anni del medium videoludico, quando l’unico modo di riprodurre la tridimensionalità era simulandola con una visuale in prima persona, i dungeon crawler sono pian piano spariti dai radar nel corso degli anni, per poi ritornare di prepotenza a partire dall’era di DS, quando la scarsa potenza computazionale della console portatile Nintendo costrinse

L’articolo Mary Skelter 2, con le mani sporche di sangue proviene da SpazioGames.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: