Al Congresso americano… si gioca a League of Legends!

Al Congresso americano… si gioca a League of Legends!

È la più giovane parlamentare donna eletta al Congresso nella storia degli Stati Uniti. Alexandria Ocasio-Cortez ha conquistato la carica il 6 novembre 2018, divenuta poi effettiva il 3 gennaio 2019, vincendo prima le primarie democratiche contro Joseph Crowley nel 14esimo distretto di New York e successivamente superando l’avversario repubblicano Anthony Pappas. Un pezzo da novanta dell’establishment democratico, Crowley, partito sicuro della vittoria, e pronto ad assumere il ruolo di speaker della Camera dei Rappresentanti, si è congratulato con la rivale per la vittoria dedicandole la canzone di Bruce Springsteen: “Born tu run”, nata per correre. E Alexandria Ocasio-Cortez corre davvero in politica. Già nel 2016 aveva organizzato la campagna elettorale di Bernie Sanders nella corsa contro Hillary Clinton: aperta sostenitrice delle idee progressiste di Sanders per una sanità pubblica, l’aumento del salario minimo e una riforma totale delle leggi sull’immigrazione e sulla detenzione delle armi da fuoco.

https://platform.twitter.com/widgets.js

Oltre il suo profilo istituzionale la Cortez è recentemente salita agli onori della cronaca, quella dei social, per la sua passione per League of Legends. La parlamentare americana ha condiviso su Instagram il suo risultato videoludico più recente: il Silver IV nella coda classificata sul titolo di Riot Games. È chiaro che dietro l’apparente e semplice condivisione di un risultato di gioco si trova la volontà di avvicinarsi ai più giovani: giovani come lei, appena trentenne, che sono più avvezzi ai nuovi media e alle nuove forme di intrattenimento piuttosto che alla TV tradizionale. Lo stesso Bernie Sanders, 77 anni, recentemente ha inaugurato il suo canale Twitch in vista della prossima campagna presidenziale proprio per raggiungere quella fascia più giovane della popolazione altrimenti lontanissima. Non ha fatto eccezione Donald Trump che ha trasmesso uno dei suoi ultimi discorsi sul suo nuovo canale della piattaforma di streaming di proprietà di Amazon.

La Cortez non sembra essere l’unica giocatrice di League of Legends presente al Congresso degli Stati Uniti. Poche ore dopo ha fatto sapere di aver scoperto che il repubblicano Josh Harder è addirittura Platino: un risultato che richiede indubbiamente tanto tempo da dedicare al gioco. Harder è intervenuto a chiudere il discorso con un frase singolare: “Il Congresso probabilmente funzionerebbe meglio se gli scontri avvenissero sulla Landa degli Evocatori piuttosto che nelle commissioni d’inchiesta.” Un probabile riferimento all’inizio del procedimento di impeachment per l’attuale presidente Donald Trump.

L’articolo Al Congresso americano… si gioca a League of Legends! proviene da EsportsMag.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: