Wei Yue: “ecco il futuro di Rainbow 6 Siege”

Wei Yue: “ecco il futuro di Rainbow 6 Siege”

È stato un giocatore competitivo di StarCraft verso la fine degli anni ‘90, quindi il manager di un team professionista. Terminata l’università è entrato in Blizzard, dove ha lavorato al lato competitivo di Hearthstone. E adesso, dopo essere approdato in Ubisoft, è diventato Esports Director di Rainbow Six Siege. Quello di Wei Yue è il profilo di chi gli eSports li ha visti da ogni possibile prospettiva ed è quindi con un certo interesse che l’abbiamo intervistato nel corso delle finali giapponesi della Pro League.

REGIONALIZZARE – La prima cosa che gli abbiamo chiesto è stata quali siano le sfide che il gioco di Ubisoft dovrà affrontare nell’immediato futuro. “Più che di sfide parlerei di opportunità. Il programma sportivo di Rainbow 6 Siege sta procedendo a gonfie vele e abbiamo molte regioni su cui focalizzarci. La Pro League al momento è uguale in ogni area del mondo e vogliamo regionalizzarla al meglio nell’interesse dei giocatori, dei team e degli spettatori. Questo vuol dire lavorare sul contenuto che andremo a creare e sul formato della lega. La regione Asia Pacifico, ad esempio, ha numerose sotto-regioni mentre l’Europa ne ha molte meno; in America latina, invece, abbiamo le più importanti organizzazione di Rainbow 6”.

SOLD OUT – Il Giappone non è la prima nazione a venire in mente quando si parla di eSports. Da dove deriva la decisione di portare le finali della Pro League qui a Tokoname, che peraltro ha risposto all’appello con un sold out? “Abbiamo iniziato lentamente con la regione Asia Pacifico ma negli ultimi due anni abbiamo visto crescere costantemente l’audience e il livello del gioco è migliorato esponenzialmente. Oggi il Giappone è un esempio di quanto Rainbow 6 Siege sia diventato un eSport di successo qui in Asia: ci sono sempre più squadre e la community è in costante crescita, dimostrando quanto sia stata azzeccata la nostra scelta di organizzare un evento in questa terra”.

LA PROSSIMA SFIDA – Dopo aver affermato il gioco nel Sol Levante, qual è il prossimo mercato nel quale Ubisoft si vuole affermare? “Quello cinese è il prossimo mercato sul quale intendiamo focalizzarci. Stiamo lavorando a stretto contatto con Tencent e vogliamo integrare questo territorio nel nostro sistema competitivo. Rainbow Six è comunque già popolare in Cina e quando distribuiremo la versione in cinese, i risultati miglioreranno ulteriormente”.

COME OVERWATCH 2? –Blizzard ha appena annunciato che con Overwatch 2 il gioco, nato esclusivamente per affrontarsi in duelli online, introdurrà una nuova modalità pensata per fare combattere assieme i giocatori contro nemici gestiti dall’intelligenza artificiale. Si può immaginare uno scenario analogo anche per Rainbow 6? “Al momento non abbiamo in programma nuove modalità di gioco. In questo momento tutti i nostri sforzi sono concentrati sul multiplayer e sull’introduzione di nuovi personaggi. L’obiettivo è arrivare a un centinaio di operatori, il che ovviamente cambierà il bilanciamento del gioco; sarà molto interessante vedere come gli appassionati riusciranno a cambiare il volto di Rainbow 6 Siege”.

L’articolo Wei Yue: “ecco il futuro di Rainbow 6 Siege” sembra essere il primo su eSports.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: