Power: “Pochi investimenti, infrastrutture e serve una categoria ad hoc per gli esports”

Power: “Pochi investimenti, infrastrutture e serve una categoria ad hoc per gli esports”

Giorgio “Power” Calandrelli, romano, 27 anni, è attualmente uno dei pro player italiani più forti e più seguiti (attualmente il suo canale Twitch ha oltre 643mila iscritti). Abbiamo chiesto a “Power” come vede gli esports in Italia. La sua analisi è stata chiara e secca: “ci troviamo ancora molti anni indietro rispetto agli altri paesi. In Italia mancano investimenti, infrastrutture e riconoscimenti per i giocatori“.

Molte realtà sportive si avvicinano agli esports, significa che sports e esports sono più vicini? Non per Power, secondo il quale “bisognerebbe creare una categoria ad hoc per gli esports“.

 

L’articolo Power: “Pochi investimenti, infrastrutture e serve una categoria ad hoc per gli esports” proviene da EsportsMag.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: