Google ci farà testare le nuove versioni Android senza installarle

Google ci farà testare le nuove versioni Android senza installarle

Provare una nuova versione di Android più “spoglia” possibile, in modo tale da non compromettere la stabilità del telefono. E’ questo l’obiettivo che si è posta Google, che ha introdotto i “Dynamic System Updates” (DSU) con Android 10, ovvero la decima versione del sistema operativo. Molte volte gli sviluppatori sono costretti a sbloccare i bootloader e in alcuni casi anche a perdere dei dati per provare le nuove versioni: con le DSU si potrebbe finalmente ovviare a tutto questo, in modo tale da far “testare” gli aggiornamenti senza procedere a modifiche.

Così facendo, nel caso lo sviluppatore non gradisca le implementazioni stabilite con la nuova versione, le Dynamic System Updates permettono di ripristinare la versione precedente con un semplice riavvio del dispositivo. Nel caso invece la nuova versione susciti un certo entusiasmo, ecco che ci si può “impegnare” per poterla poi installare una volta provata. Google non ha ancora reso le DSU permanenti.

E proprio su questo aspetto il gigante di Mountain View sta lavorando con grande impegno: probabilmente già con Android 11 vedremo applicazioni pratiche. L’idea delle DSU è stata accolta con grande interesse, anche perchè fino ad ora nel mondo Unix non si era mai parlato di qualcosa di simile. L’iniziativa di Google somiglia invece a quanto già fatto da Linux con le distribuzioni live: vedremo se Big G proporrà qualcosa di ancora più accattivante.

Fonte: XDA Developers



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: