Il chip A13 Bionic dei nuovi iPhone 11 dà le piste allo Snapdragon 855+, lo conferma anche Geekbench

Il chip A13 Bionic dei nuovi iPhone 11 dà le piste allo Snapdragon 855+, lo conferma anche Geekbench

I nuovi iPhone 11iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max sono tutti animati dal chip di nuova generazione A13 Bionic, che Apple ha definito – senza tema di smentita – come il SoC mobile più potente sul mercato. E nessuno ha mai dubitato per un secondo, dal momento che persino il predecessore A12 Bionic risultava ancora superiore ai chip concorrenti di Qualcomm, Huawei e Samsung. Ma di fatto quanto è grande il divario fra il nuovo chip progettato a Cupertino e il top di gamma Snapdragon 855+?

Una prima risposta ce la fornisce Geekbench, che oggi abbiamo già chiamato in causa per quanto riguarda il mistero sul quantitativo di RAM dei nuovi iPhone. Interessante però è anche dare un’occhiata ai risultati conseguiti da A13 Bionic sul noto servizio di benchmark, comparandoli a quelli fatti registrare dal più quotato rivale.

LEGGI ANCHE: Recensione ASUS ROG Phone II

In particolare, gli iPhone 11 sono capaci di ottenere ben 5.477 punti in single core, che fa impallidire i 3.623 punti di Black Shark 2 Pro, equipaggiato proprio con l’ultima revisione del chip di punta di Qualcomm. Anche in multi core il divario è comunque molto ampio, con A13 Bionic che fa segnare 13.834 punti, contro gli 11.367 punti dello Snapdragon 855+.

Nemmeno l’Exynos 9825 di Samsung Galaxy Note 10 riesce ad avvicinarsi ai risultati di A13 Bionic, con 4.532 punti in single core e 10.431 in multi core, mentre il Kirin 980 di Huawei segue ancora più da lontano con 3.289 punti in single core e 9.817 in multi core. Staremo a vedere se la prossima generazione di SoC Qualcomm, Huawei e Samsung saprà competere ad armi pari con la controparte Apple, oppure lo scettro di chip mobile più potente sul mercato rimarrà saldamente fra le mani di Cupertino.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: