Call of Duty: sale a nove il numero delle franchigie

Call of Duty: sale a nove il numero delle franchigie

Prosegue l’espansione della nuova lega di Call of Duty in programma per il 2020. Dopo gli annunci delle scorse settimane, con il totale di squadre giunto a sette, altre due realtà si aggiungono al novero già decantato.

La Kroenke Sport & Entertainment, fondo societario proprietario dell’Arsenal, dei Denver Nuggets dell’NBA, dei Los Angeles Rams nell’NFL, dei Colorado Avalanche nell’NHL e dei Los Angeles Gladiators nella Overwatch League, si è assicurato il secondo slot di Los Angeles dopo quello acquistato dagli Immortals. La Kroenke aveva recentemente provato anche l’ingresso su League of Legends, accordandosi con gli Echo Fox per l’acquisto dello slot nell’LCS nordamericana, prima che a causa di contrasti interni l’affare saltasse.

I Misfits Gaming, invece, hanno ottenuto lo slot della Florida, in quanto già presenti, oltre che su League of Legends, anche nella Overwatch League con i Florida Mayhem. Un diritto di prelazione che Activision-Blizzard aveva garantito a tutte le squadre già inserite nel franchise di Overwatch.

“Entrambi i gruppi proprietari hanno condiviso l’intento di contribuire alla crescita dell’esport e alla costruzione di team professionistici nel proprio mercato di riferimento. I loro sostenitori locali saranno orgogliosi di questo nuovo sistema basato sull’appartenenza alla propria città.” – Johanna Faries, Call of Duty Esports Commissioner

Le franchigie già annunciate finora sono quelle degli Atlanta Esports Ventures, degli Envy Gaming a Dallas, della WISE Ventures in Minnesota, la Sterling VC per New York, i Contact Gaming per Parigi e la OverActive Media a Toronto.

L’articolo Call of Duty: sale a nove il numero delle franchigie proviene da EsportsMag.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: