R6 Raleigh Major: l’America diventa terra di conquista per i nuovi Zar

R6 Raleigh Major: l’America diventa terra di conquista per i nuovi Zar

Raleigh è la capitale del Nord Carolina. Non una città in cui ci si passa per caso, soprattutto nel bel mezzo della calura estiva di una torrida estate. Eppure siamo stati travolti da un insolito destino. Ma non nell’azzurro mare, come recita il film culto della Wertmuller, bensì nell’appuntamento di metà anno di Rainbow Six: Siege. Il Major è l’evento più importante della stagione subito dopo l’Invitational di Montreal, torneo che chiude ufficialmente l’anno, preparando al contempo la strada a quello che verrà. Ad ogni modo, in attesa di volare in Canada il prossimo febbraio, il Nord America ha riservato grosse sorprese, trasformandosi in terreno di caccia per gli spetsnaz russi.

IN SEDICI PER LA GLORIA – Ben sedici sono state le formazioni qualificatesi per il torneo nordamericano. Alcune sono ormai blasonatissime, e altre invece che si sono presentate al loro primo appuntamento internazionale affamate come dei giovani lupi. Le sorprese infatti non sono mancate e in questo senso il Major ha senza dubbio sconquassato l’equilibrio della scena competitiva di Rainbow Six: Siege. Basti pensare che le migliori quattro formazioni al mondo sono tutte europee e addirittura due (Team Secret e ForZe, l’unica vera Cenerentola del torneo) non sono nemmeno squadre da Pro League. Ad ogni modo, tra le organizzazioni più forti a guadagnarsi il biglietto per il Nord America c’erano anche il Team Empire, già vincitore dell’Eurocup alla Games Week 2018 e dominatore della IX stagione di Pro League, e i G2, ovvero la dinastia più vincente di sempre in Rainbow Six: Siege. Lo scontro tra i due rivali era atteso sin dallo scorso febbraio, quando gli Empire subirono una batosta che avrebbe smorzato le velleità di chiunque. E invece la proverbiale tenacia russa li ha rimessi in piedi in men che non si dica. Dopo pochi mesi, a Milano, hanno vinto la loro prima Pro League iniziando a disintegrare ogni avversario che incontravano. Hanno lasciato parlare le loro giocate, imparato dai loro errori, sviluppato nuove strategie e studiato gli avversari. Tutto per giungere a quella rivincita che bramavano da tempo.

I NUOVI ZAR – La finale dell’R6 Raleigh Major, invece, è entrata di diritto negli almanacchi di Rainbow Six: Siege, tanto per la sua spettacolarità quanto per il risultato finale tutt’altro che scontato. Tutto va secondo previsioni sino alla quarta, decisiva, mappa. Sino a quel momento, infatti, le squadre avevano vinto sulle location scelte all’inizio del match. La risoluzione dello scontro tra i due giganti non poteva che essere una questione di gestione dello stress. Infatti, proprio nella quarta frazione di gioco, è accaduto qualcosa che ha ribaltato le sorti dello scontro: i G2 si sono battuti con caparbietà strappando i primi tre round ma gli Empire non hanno mai mollato il colpo, sfiancando gli avversari. I campionissimi sono così andati in cortocircuito, capitolando. In pochi secondi si è consumato così il dramma di Pengu e compagni. I russi hanno inanellanto sei round consecutivi con una facilità disarmante. E alzato il trofeo. L’ultima sconfitta in una serie LAN degli ex intoccabili G2 risale a oltre un anno fa, al DreamHack di Valencia. Gli Empire, insomma, hanno compiuto un’impresa mettendo finalmente a tacere la sudditanza nei confronti degli eterni rivali.

Rainbow Six Siege

IL FUTURO – Ubisoft ha già annunciato la seconda fase del Pilot Program che andrà a rivedere il revenue share, ovvero la spartizione degli introiti, per le squadre coinvolte. Stando a quanto dichiarato da Ubisoft, oltre quaranta squadre hanno fatto domanda per far parte della Fase 2 del programma. La fetta ora diverrà la seguente: 70% a Ubisoft e 30% alle organizzazioni aderenti al programma. Prima, invece, le fette erano così divise: 70% a Ubisoft, 21% ai team e 9% per il montepremi dell’Invitational. La stagione esportiva, infine, proseguirà con la seconda parte della X stagione di Pro League e si concluderà, come di consuetudine, con lo spettacolo dell’Invitational in quel di Montreal, il prossimo febbraio.

L’articolo R6 Raleigh Major: l’America diventa terra di conquista per i nuovi Zar sembra essere il primo su eSports.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: