Il vostro smartphone non è davvero impermeabile (o, almeno, non per sempre)

Il vostro smartphone non è davvero impermeabile (o, almeno, non per sempre)

Sempre più smartphone hanno un qualche tipo di certificazione IP e vengono venduti come impermeabili. Questo vuol dire che resistono all’acqua, e che se il dispositivo si bagna non ci saranno problemi, giusto? No, sbagliato.

Nonostante i produttori mostrino pubblicità in cui mostrano smartphone che vengono utilizzati sottacqua (questa qui su è di Samsung, che proprio per questa ragione sta affrontando in tribunale il garante austrlaiano), la realtà è che dopo il primo giorno, nessuno può davvero assicurare che un dispositivo resista correttamente ai liquidi (e alla relativa corrosione). Che poi è il motivo per cui, a prescindere dalle certificazioni IP, le garanzie non coprono i danni da liquidi.

Lo spiega iFixit, portale esperto nella riparabilità dei dispositivi, che ha scritto un bel post in cui racconta come funziona la resistenza all’acqua degli smartphone e perché non dovreste fidarvi troppo, specialmente dopo un po’ di tempo dall’acquisto.

LEGGI ANCHE: Non importa se la Dark Mode non è nera: il grigio va benissimo per risparmiare batteria

In breve, nella maggior parte dei casi l’impermeabilità dei componenti interni viene garantita da uno strato di adesivo: la colla crea una vera e propria guarnizione intorno ai componenti, che sono così protetti da acqua e aria, e di conseguenza dal rischio di corrosione. Questo, però, è vero solo finché il dispositivo è nuovo.

Con il tempo, c’è un gran numero di fattori che può danneggiare questo strato di adesivo e, in caso di rottura della “guarnizione” il componente che si trova al suo interno non è più protetto da liquidi. Jeff Suovanen, ingegnere di iFixit, spiega che dopo un anno o due, tutti gli smartphone hanno probabilmente perso la loro capacità di respingere i liquidi.

Per questa ragione, se state portando il vostro dispositivo in piscina o al mare e volete esser certi che non entri in contatto con liquidi, dotarvi di una custodia di questo tipo non è una cattiva idea (certo, sono brutte, ma almeno impediscono dvvero che l’acqua tocchi i componenti). Per maggiori informazioni sull’impermeabilità e su come funziona, vi rimandiamo al post originale di iFixit.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: