Apple e Qualcomm fanno pace, Intel costretta ad abbandonare i modem 5G

L’eterna guerra tra Apple e Qualcomm è giunta al termine. Sembrava eterna, ma siamo giunti ad un epilogo: erano anni che i 2 colossi della tecnologia mondiale si davano battaglia in tribunale: il colosso di Cupertino citò in giudizio per la prima volta il chipmaker di San Diego anni fa per via di licenze dai costi troppo alti. Quest’ultimo rispose citando in giudizio la mela per aver infranto i suoi brevetti con una funzionalità di risparmio energetico di iOS e ottenendo lo stop delle vendite dei vecchi iPhone in alcuni mercati internazionali.

Il CEO di Qualcomm aveva previsto 2 anni fa un accordo e a Novembre aveva annunciato che si stava muovendo insieme ad Apple per la risoluzione delle controversie. Finalmente il momento è arrivato e secondo un comunicato delle due aziende Apple dovrà pagare a Qualcomm una somma non rivelata e stipulare un accordo di licenza di 6 anni con opzione di estensione per altri 2 anni il quale ha effetto a partire dal primo giorno di questo mese. Inoltre, è stato siglato un accordo di fornitura di chipset per più anni.

A seguito delle controversie con il chipmaker, la mela dovette eliminarlo dalla lista dei fornitori di processori e modem per i suoi smartphone: la produzione dei primi è infatti attualmente affidata a TSMC, mentre ai modem LTE degli ultimi melafonini ci ha pensato Intel. Con questo accordo Qualcomm torna a far parte della lista dei fornitori di Apple.

qualcomm 5g

Secondo le indiscrezioni, potrebbe tornare a produrre processori per il colosso di Cupertino e probabilmente gli fornirà i modem 5G.  Anche se comunque Apple ha iniziato recentemente a produrre i propri chip, e quindi, proprio come Samsung e Huawei (quest’ultima lo ha smentito proprio poche ore fa), non farà totale affidamento sul chipmaker di San Diego.

Intel abbandona i modem 5G per smartphone

intel

Il nuovo accordo fra i due colossi ha fatto sfumare il sogno di Intel di fornire i modem 5G per smartphone al colosso di Cupertino, e proprio dopo tale accordo, Intel ha annunciato la sua uscita dal business dei modem 5G per smartphone. Da parte del produttore, non verranno più lanciati modem 5G destinati a telefoni cellulari, mentre continuerà a onorare gli accordi intrapresi per quanto riguarda la fornitura e il supporto di modem 4G.

L’azienda continuerà a investire nei modem 4G e 5G per PC e IoT, e nelle infrastrutture 5G. Dato che sappiamo che Samsung e Huawei non forniranno modem 5G ad Apple, l’unica azienda che potrebbe provvedere oltre al chipmaker americano è MediaTek, ma ciò sembra altamente improbabile. E’ quindi lecito aspettarsi i primi iPhone con modem 5G di Qualcomm nel 2020.

via


Source: Hardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: