postmarketOS porta Linux su 112 dispositivi, smartphone compresi

postmarketOS è un sistema operativo presentato nel 2017 con l’idea di garantire un software aggiornato ai dispositivi più vecchi, compresi quelli senza supporto ufficiale. postmarketOS si basa su Alpine Linux, ed aggiunge ottimizzazioni per l’interfaccia touchscreen assieme ad aggiornamenti di sicurezza per 10 anni.


Ci torniamo a quasi un anno dall’ultimo articolo perché gli sviluppatori hanno pubblicato nelle ultime ore una nuova versione capace di avviare 112 dispositivi. Tra questi, ci sono smartphone come il Google Pixel 3 XL e lo ZenFone 5, tablet come il Kindle Fire HDX, il MediaPad di Huawei, ma anche dev board come Raspberry Pi e Pine A64.

Con “supporto”, postmarketOS intende la capacità di avviare il sistema operativo, di completare il boot, ma non ancora funzionalità complete. Ci sono stati molti progressi reali negli ultimi mesi (la comunità è cresciuta: 2,5k iscritti alla directory Reddit, 133 contributori su GitLab, 400 persone nel canale di supporto su Discord), ma il progetto è ancora da considerare in stato alpha. Se si guarda la lista completa disponibile nel wiki ufficiale, si scopre che pochi smartphone, per dire, possono inviare SMS o effettuare chiamate (il che, a dirla tutta, non è più l’attività principale su uno smartphone).


Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 885 euro oppure da Media World a 1,049 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE


Source: Hardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: