Xiaomi Pocophone F2 spunta su Geekbench e mette in mostra il suo reparto hardware

Grandi novità all’orizzonte per tutti gli appassionati del marchio cinese Xiaomi! Sembra, infatti, che nelle scorse ore sia stato avvistato su Geekbench l’erede dell’ormai noto Poco F1. Si tratta dello Xiaomi Pocophone F2. Grazie alla comparsa su Geekbench siamo naturalmente venuti a conoscenza di quelle che sono le principali specifiche hardware dello smartphone che, bisogna dirlo, promette davvero molto bene.

Xiaomi Pocophone F2, in base a quanto trapelato, sarà alimentato da uno Snapdragon 845 di Qualcomm a cui assocerà una RAM da 6 GB. Nulla di diverso, in questo, rispetto al predecessore. Sostanziale differenza la farà il sistema operativo che sarà Android Pie 9.0. Trapelati anche i risultati ottenuti dallo Xiaomi Pocophone F2 sia in single core che in multi core con punteggi pari, rispettivamente, a 2.321 e 7.564 punti.

Dato il medesimo comparto hardware, ci aspettiamo che lo Xiaomi Pocophone F2 differisca dal modello precedente su altri aspetti. Partiamo con il display: nonostante non ci sia nulla di certo, potremmo trovarci davanti ad uno smartphone con display forse più grande e notch ridotta.

Se F1 è dotato di una fotocamera frontale da 20 MP con riconoscimento facciale, ci attendiamo le medesime caratteristiche per lo Xiaomi Pocophone F2, magari con qualche pixel in più e funzioni più avanzate.

Xiaomi Poco F2 risultati

Per quanto riguarda la batteria, potrebbe essere incrementata la capacità che nell’F1, lo ricordiamo, è pari a 4.000 mAh con supporto per la ricarica rapida. Xiaomi Pocophone F2, in definitiva, potrebbe essere uno smartphone dalle peculiarità importanti. E potrebbe, tra l’altro, detenere un record importante insieme all’F1, essere i dispositivi top di gamma più economici sul mercato.

Attualmente sono solo questi i dettagli che ci è dato conoscere sul probabile futuro Xiaomi Pocophone F2. Non ci rimane che attendere ulteriori indiscrezioni e, soprattutto, la conferma che il dispositivo arriverà realmente sul mercato. E chissà che non sia destinato al medesimo successo dell’F1.

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: