Fallout 76: cheater bannati fino a che non scrivono un tema

Non è raro che a scuola una cattiva condotta venga punita con dei compiti extra, ma quando l’insegnante è Bethesda la questione si fa più interessante. Di recente, una pioggia di ban si è abbattuta sui giocatori di Fallout 76 che fanno uso di software di terze parti. Nonostante molti siano stati colpiti, possiamo notare una nota molto curiosa all’interno della notifica di sospensione dell’account:

Questo account ha violato le Norme di Condotta e i Termini di Servizio attraverso il cheating. […] Se vuole fare appello alla chiusura dell’account, siamo disponibili ad accettare un tema sull’argomento “Perché utilizzare software di terze parti è dannoso per la comunità di un gioco online”, che verrà revisionato dal nostro team manageriale.

Questa originale iniziativa da parte di Bethesda ha scatenato opinioni contrastanti. Da una parte, molti apprezzano l’idea e la possibilità di “redimersi” per riavere accesso al gioco. Dall’altra, un buon numero di utenti sostiene di essere stata sospesa ingiustamente. Programmi non dannosi come l’overlay di Discord potrebbero essere stati considerati motivo di ban. Siamo in attesa di ulteriori notizie che possano aiutare a risolvere la controversia.

The post Fallout 76: cheater bannati fino a che non scrivono un tema appeared first on VIGAMUS Magazine – Il Magazine sul mondo dei Videogiochi.


Source: Videogiochi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: