CS: GO diventa gratuito e aggiunge una modalità battle royale

Counter-Strike: Global Offensive da un po’ di mesi a questa parte si trova in uno stato un po’ stagnante. I suoi tornei maggiori, infatti, continuano a riscuotere un grande successo di pubblico, ma la base di appassionati stenta a crescere. Il fenomeno Fortnite, infatti, ha fagocitato tutte le nuove generazioni di giocatori, lasciando agli altri solo le briciole. Anche a pionieri degli eSports come CS: GO.
Danger Zone è il nome della nuova modalità battle royale di Counter-Strike: GO

Danger Zone è il nome della nuova modalità battle royale di Counter-Strike: GO.

FREE-TO-PLAY – Per correre ai ripari Valve, lo sviluppatore del gioco, oltre che il proprietario della piattaforma per PC Steam, di Dota 2 e Half-Life, ha pensato ad una strategia in due punti. Con l’aggiornamento Danger Zone, già disponibile per il download, ha trasformato il suo gioco in un free-to-play con la possibilità di sottoscrivere un abbonamento Prime. Esattamente lo stesso modello economico di Fortnite. In questo modo tutti potranno accedere gratuitamente a tutte le modalità di gioco di CS: GO, senza limiti di sorta. Coloro che hanno acquistato un abbonamento avranno alcuni vantaggi come armi esclusive, oggetti cosmetici e souvenir vari. Coloro che hanno acquistato il gioco in passato saranno considerati automaticamente membri Prime. In alternativa si potrà diventare un membro Prime raggiungendo il livello 21 e aggiungendo il proprio numero di telefono (come misura di sicurezza per evitare frodi) o spendendo 13,25 euro.
BATTLE ROYALE – Il secondo cambiamento arriva dall’introduzione della nuova modalità battle royale. Danger Zone consente ad un gruppo di 16 giocatori (18 nel caso in cui si partecipi all’interno di una squadra da tre giocatori) di scontrarsi con le classiche regole di questa modalità. La mappa introdotta per l’occasione si chiama Blacksite. Accumulando denaro si potranno ottenere oggetti e abilità in grado di individuare gli altri avversari sulla mappa. La possibilità di scovare prima del tempo gli altri giocatori dona un ritmo molto sostenuto alla partita, soprattutto durante le prime fasi dello scontro. L’obiettivo finale, comunque, è il medesimo: essere l’ultimo in vita al termine del match.
Grazie ai gadget presenti, Danger Zone ha un ritmo molto più elevato rispetto agli altri battle royale.

Grazie ai gadget presenti, Danger Zone ha un ritmo molto più elevato rispetto agli altri battle royale.

FUTURO – Queste due mosse hanno il chiaro obiettivo di provare a cogliere le ultime due tendenze sul mercato. La prima è quella dei giochi gratuiti. I vari sviluppatori hanno visto che è molto più redditizio coinvolgere un’enorme base di giocatori sui propri server e invogliarla successivamente a spendere soldi in oggetti cosmetici rispetto che averne una più limitata, ma che ha acquistato il gioco. In seconda battuta il pubblico dei battle royale non sembra essersi ancora stufato di questa modalità. Nonostante i tanti concorrenti giunti sul mercato, come Call of Duty e presto Battlefield V, gli appassionati continuano a seguire con passione i propri idoli su Twitch. Oltre che a giocare a Fortnite, PUBG o simili. Se questo basterà a muovere le acque è presto saperlo, così come ancora bisogna aspettare prima di scoprire le reazioni di una community molto “gelosa” e chiusa come quella di Counter-Strike.

L’articolo CS: GO diventa gratuito e aggiunge una modalità battle royale sembra essere il primo su eSports.


Source: E-sports

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: