Su OnePlus 6T lo scanner biometrico è smart e migliora con il tempo

OnePlus 6T è il secondo ed ultimo smartphone di punta che l’azienda cinese ha lanciato nel corso del 2018. Tra le caratteristiche di OnePlus 6T che fin da subito lo hanno reso protagonista tra gli appassionati c’è lo scanner biometrico. Un lettore di impronte digitali innovativo, integrato nel display come mai era accaduto prima d’ora. Uno scanner, oltretutto, molto veloce in grado di sbloccare il dispositivo in soli 3 decimi e 4 millesimi di secondo. Una tecnologia che OnePlus stava già studiando per i precedenti modelli ma che non aveva potuto applicare per incompatibilità prestazionali.

Poco importa: oggi abbiamo a disposizione OnePlus 6T e possiamo utilizzarne con soddisfazione lo scanner biometrico in-display. OnePlus dice che si tratta di un sensore velocissimo e destinato ad un continuo miglioramento. Questo avviene perché il sensore è in grado di recepire, ad ogni utilizzo, un numero sempre maggiore di informazioni che va poi ad unire tra loro per formare un quadro completo. Si riesce dunque a comprendere qual’è l’area del display più utilizzata dall’utente e non solo.

Ad ogni sblocco, infatti, il sensore di OnePlus 6T è in grado di catturare e memorizzare aree di dito non considerate in fase di configurazione. Questo dettaglio lo renderà sempre più preciso man mano che l’utente lo utilizza perché personalizzerà al massimo il rilevamento dell’impronta. Di conseguenza, lo sblocco del dispositivo avverrà in tempi sempre più brevi. Nessun particolare problema in caso di dito bagnato o lesionato dato che, secondo quanto riferito da OnePlus, lo scanner è in grado di riconoscere queste eventualità.

E’, dunque, più che comprensibile come lo scanner biometrico dell’OnePlus 6T migliorerà man mano che verrà utilizzato da ogni utente. Ricordiamo che il dispositivo ha un display AMOLED Full HD Plus da 6,41 pollici. Ad alimentarlo è uno Snapdragon 845 di Qualcomm in abbinamento con 6/8 GB di RAM e fino a 256 GB di memoria. Il sistema operativo è l’ultimissimo di Google, ovvero Android Pie 9.0 personalizzato da OxygenOS 9.0.4. Vale la pena ribadire nuovamente che è in arrivo tra poche ore una versione speciale dello smartphone. Si tratta dell’OnePlus 6T McLaren Edition, il cui arrivo è previsto tra pochi giorni.

Via


Source: Hardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: