Huawei lancia la sfida alle vulnerabilità: fino a 127.000€ di incentivi per chi le trova

Al giorno d’oggi è fondamentale avere dei dispositivi tecnologici estremamente sicuri. Tra smartphone, tablet, PC e quant’altro, la possibilità che qualche malintenzionato riesca ad intromettersi e a “rubare” informazioni preziose sul nostro conto (contatti e foto, ad esempio, ma anche credenziali bancarie, ndr) è sempre più elevata. Per questo, la stragrande maggioranza dei brand cerca di fornire con una certa costanza le patch di sicurezza dei propri dispositivi, con aggiornamenti quasi ogni mese.

Tuttavia, nonostante l’implementazione delle patch sia senza dubbio un ottimo strumento per garantire la protezione dei propri dispositivi tecnologici, le vulnerabilità sono sempre dietro l’angolo. Ad esserne interessata è Android, ma anche i fork realizzati dai vari produttori. Anche per questo, Huawei (così come già fatto da altre aziende) ha deciso di mettere in campo un’iniziativa che è volta proprio a scoprire tutti quei bug e quelle anomalie che possono sfuggire alle patch.

Huawei ha infatti reso noto il suo nuovo programma di incentivi, che spinge a scovare eventuali vulnerabilità grazie ad una ricompensa davvero eccezionale: un milione di Yuan, pari a circa 127.000 euro. Parliamo di Yuan perchè l’iniziativa, almeno per ora, è stata lanciata soltanto in Cina: la speranza è che Huawei la estenda anche a livello globale.

via: XDA Developers

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: