Microsoft Surface, tante indiscrezioni sulla roadmap 2019 e 2020

Microsoft starebbe lavorando a un Surface Studio Monitor e a un dispositivo smart con Cortana; potrebbe rivolgersi ad AMD per i computer Surface di prossima generazione; e potrebbe aver trasformato il famoso Surface Andromeda in modo radicale. Queste e altre indiscrezioni succose sono contenute in "Beneath the Surface", il nuovo libro di Brad Sams, uno dei più attendibili ed esperti blogger/osservatori che gravitano intorno all'universo Microsoft. Il libro esplora la genesi del marchio hardware della società, dagli inizi difficoltosi con il colossale flop del progetto RT fino a diventare una divisione che fattura miliardi di dollari ogni anno. Ecco qualche dettaglio in più diviso per dispositivo:

  • Il Surface Studio Monitor potrebbe arrivare entro il 2020. A vedersi dovrebbe essere sostanzialmente uguale al Surface Studio attuale, ma senza il computer contenuto nella basetta. Microsoft starebbe pensando a un approccio modulare, come ha fatto con il Surface Hub 2.
  • Surface Book di nuova generazione dovrebbe arrivare a fine 2019. Pare che Microsoft stia progettando una nuova cerniera, che dovrebbe ridurre, se non proprio eliminare, lo spazio vuoto tra le due metà quando il dispositivo è chiuso e collegato alla tastiera.
  • Surface Laptop e Surface Pro di nuova generazione dovrebbero arrivare a fine 2019. Microsoft starebbe valutando di usare processori AMD (per la precisione, le APU di prossima generazione Picasso) a causa dei continui ritardi di Intel nella produzione di processori a 10 nm.
  • Il Surface Andromeda che abbiamo imparato a conoscere guardando gli schemi dei brevetti è stato accantonato, almeno per ora. Basandosi su quelle idee, Microsoft sta preparando un dispositivo analogo ma considerevolmente più grande. Il dispositivo si configura quindi ancor di più come un erede del Courier, e sempre meno come un "Surface Phone". Anche Andromeda potrebbe essere presentato entro fine 2019.
  • Il dispositivo smart, invece, potrebbe già arrivare nella primavera del 2019. Brad Sams lo chiama "ambient computer", che è la categoria in cui rientrano prodotti come smart speaker e smart display. Non ci sono molte informazioni approfondite, se non che dovrebbe essere basato su Cortana e che Microsoft punta a risolvere alcune delle difficoltà più importanti che si riscontrano nell'uso degli smartphone.

È importante precisare che tutti i progetti raccontati qui sopra sono lavori in corso, che potrebbero subire modifiche, cancellazioni e ritardi. In ogni caso, chi fosse interessato ad approfondire la storia del marchio Surface può comprare il libro di Brad Sams su Amazon; edizione Kindle, in inglese.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: