Amazon, si chiama Gravition la prima CPU proprietaria

Amazon ha annunciato ufficialmente Gravition, il primo processore ARM custom dell'azienda statunitense che troverà posto sui sistemi AWS per offrire ai clienti nuove istanze EC2. L'utilizzo di hardware custom non è una novità in ambito server/datacenter, e soprattutto nel settore cloud sono molte le aziende che hanno seguito questo tipo di approccio. I motivi sono diversi, in primis troviamo però l'ottimizzazione dei carichi di lavoro in base alle esigenze aziendali, un elemento fondamentale per la competitività a lungo termine e al tempo stesso economicamente vantaggioso.

Il debutto di una soluzione proprietaria da parte di Amazon arriva a distanza di tre anni dall'acquisizione di Annapurna Labs, startup israeliana che ha già collaborato alla prima versione dei sistemi AWS Nitro. Con il boom del settore cloud, la richiesta del mercato e dei clienti è aumentata vertiginosamente, quindi sviluppare una nuova soluzione ad-hoc per le istanze EC2 permetterà ad Amazon di migliorare l'efficienza e diminuire i costi, divenendo inoltre meno dipendente dai partner produttori di CPU.

L'azienda al momento non ha fornito dettagli su Gravition, sappiamo appunto che si tratta di un processore custom basato su architettura ARM; stando alle notizie trapelate sul web, dovremmo essere di fronte a un chip equipaggiato con core Cortex-A72 a 64 bit con supporto per l'accelerazione hardware.


Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Tecnotradeshop a 899 euro oppure da ePrice a 1,054 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: