Huawei dichiara guerra alla personalizzazione: EMUI 9.0 blocca i launcher di terze parti

Chi ha il sistema Android lo sa molto bene, può cambiare l’interfaccia utente grazie ai launcher, widget e icon pack presenti all’interno del Play Store, a differenza invece di iOS che per quanto possa rivelarsi un sistema operativo velocissimo ed eccellente sotto tutti i punti di vista, purtroppo non permette agli utenti di poter eseguire personalizzazioni così capillari.

Tuttavia, a quanto pare, con il nuovissimo aggiornamento di EMUI 9.0, e Huawei lo può confermare, in Cina sono sorte alcune problematiche non di certo piacevoli per moltissimi utenti che si sono visti impossibilitati a poter procedere con la modifica dell’interfaccia utente. I dispositivi riguardano Huawei e Honor, con firmware cinese. Nello specifico, questi software non sono più in grado di supportare app come Action LauncherNova Launcher ed altri launcher di questo tipo.

E’ bene sottolineare che soltanto il software cinese sta dando questi problemi, quello europeo no. Il perchè di questa decisione potrebbe risiedere nel fatto che non raramente i launcher tentano di clonare EMUI 9.0 per poi inviare malware e pubblicità ai poveri malcapitati. Ovviamente come si può facilmente intuire non sono mancate lamentele da parte degli utenti.

Pertanto il colosso cinese starebbe già provvedendo a rimediare l’accaduto provando a lanciare un nuovo aggiornamento per far si che gli utenti possano nuovamente modificare l’interfaccia dei loro dispositivi. Questo non è il primo tentativo dell’azienda cinese di “chiudere” al modding: ricordiamo che l’azienda ha anche disattivato il servizio che fornisce il codice di sblocco del bootloader dei propri terminali.

fonte

Source: Hardware
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: